MATTEO MARCELLO
Cronaca

San Giuseppe, la fiera degli spezzini. Attese oltre seicento bancarelle

La kermesse si terrà dal 17 al 19 marzo. Organizzazione al lavoro per la Notte bianca e per il Trofeo del Palio

La Fiera di San Giuseppe

La Fiera di San Giuseppe

La Spezia, 4 febbraio 2024 - Domenica 17, lunedì 18 e martedì 19 marzo. Gli spezzini si segnino sul calendario questi giorni: sono quelli individuati per la Fiera di San Giuseppe, la tradizionale kermesse del santo patrono della città. Un appuntamento immancabile per gli spezzini (e non solo), che anche quest’anno porterà circa poco più di banchi a posizionarsi lungo l’ormai consolidato tragitto del centro cittadino. Le date saranno ufficializzate nelle prossime settimane, ma nel frattempo gli uffici comunali hanno avviato in questi giorni le pratiche per l’organizzazione degli eventi, dagli allacci per le forniture di servizi, a quelle dedicate all’assegnazione delle postazioni vacanti. Dopo gli anni tribolati legati alla pandemia, e il ritorno alla normalità ’certificato’ dalla passa edizione, anche per quest’anno l’amministrazione comunale pare orientata a confermare l’ormai consolidata dislocazione dei banchi. La planimetria sarà ufficializzata nelle prossime settimane, con i banchi degli ambulanti che saranno disposti su 15mila metri quadrati e andranno a formare un lungo serpentone tra via Chiodo (nel tratto classico, compreso tra piazza Verdi e via Persio), via don Minzoni, viale Mazzini, la passeggiata Morin, via Persio nel tratto compreso tra via Chiodo e via Cappellini, la parte interna dei giardini pubblici all’ombra della statua di Garibaldi, via Diaz, via Cadorna, piazza Europa e piazza Bayreuth. Piazza Verdi, come ormai da tradizione, dovrebbe invece essere dedicata agli stand delle realtà associative del territorio.

Durante i giorni della fiera, come di consueto scatterà tutta la serie di divieti di sosta e di transito, con limitazioni al transito e alla sosta nelle aree limitrofe a quella della fiera. La macchina organizzativa è al lavoro non solo per definire gli aspetti tecnici legati allo svolgimento della fiera patronale, ma anche per approntare il consueto calendario di iniziative in grado di vestire la città a festa durante i tre giorni. Secondo indiscrezioni filtrate da Palazzo civico, gli uffici stanno valutando la possibilità di realizzare la consueta notte bianca, che si dovrebbe tenere sabato 16 marzo e che questa volta dovrebbe dunque avere un ruolo di prologo della kermesse. Domenica 17 marzo, nello specchio acqueo antistante la passeggiata Morin, saranno invece protagoniste le borgate marinare del golfo, pronte a contendersi la ventiduesima edizione del Trofeo di San Giuseppe: per gli armi del Palio del Golfo, si tratta del primo appuntamento dell’anno, il secondo stagionale dopo il Trofeo di Natale. L’edizione 2024 sarà anche la seconda in cui verrà vietata la vendita di animali, dopo l’entrata in vigore della normativa comunale avvenuta lo scorso anno.

Resta invece da capire se gli spezzini avranno la possibilità di visitare l’Arsenale della Marina militare. Prima della pandemia, anche la marina apriva le porte ai visitatori, con visite gratuite al Museo tecnico navale e all’interno della Base navale spezzina. Dal 2020 in avanti, la possibilità di visitare l’Arsenale è stata preclusa, non solo a causa dei numeri sempre più risicati del personale civile chiamato alle attività di vigilanza, ma anche a causa della situazione geopolitica internazionale, che ha imposto maggior cautela.