"Chiarire al più presto la dinamica. E aumentare i controlli nelle aziende"

Mattia Tivegna (Fillea Cgil) punta il dito sulla necessità di fare prevezione .

"Chiarire al più presto la dinamica. E aumentare i controlli nelle aziende"
"Chiarire al più presto la dinamica. E aumentare i controlli nelle aziende"

Un altro incidente sul lavoro. L’ennesimo dramma sfiorato ed evitato soltanto per un soffio anche se i due lavoratori coinvolti ieri mattina nella segheria di marmo di Luni hanno riportato ferite gravi e le loro condizioni sono sotto osservazione in ospedale. Dopo la grande paura e l’apprensione per la salute dei due lavoratori è salita la rabbia del sindacato che ancora una volta si trovano a commentare un grave episodio accaduto mentre due dipendenti stavano svolgendo la propria mansione. A prendere posizione è stato Mattia Tivegna (nella foto) segretario generale Fillea Cgil della Spezia. "Deve essere fatta piena luce sull’accaduto - ha spiegato Tivegna - i due lavoratori coinvolti sono in gravi condizioni e attendiamo con trepidazione notizie sul loro stato di salute per questo ci stringiamo alle loro famiglie. E’ necessario però che sia chiarita con precisione la dinamica dell’incidente e chiediamo che ci siano più controlli nei cantieri e nelle aziende sulla corretta applicazione delle regole sulla sicurezza sul lavoro e per questo siano potenziare le risorse ispettive; è inoltre importante che si attivino da subito le tutele di cui hanno diritto i familiari dei lavoratori colpiti da infortuni, contenute nel recente protocollo sulla sicurezza firmato tra sindacati, datori di lavoro e Prefettura della Spezia".

m.m.