Asta di beneficenza per l’estemporanea 'Ar-Te, l’arte che è in te'

In programma domenica alle 11.30 nella sala consiliare del municipio di Lerici. Devoluto il ricavato

L'assessore Alessandra Di Sibio

L'assessore Alessandra Di Sibio

Lerici, 12 dicembre 2023 – A novembre il Comune di Lerici ha organizzato la seconda edizione dell’estemporanea d’arte 'Ar-Te, l’arte che è in te' per giovani artisti della fascia d'età tra i 14 e i 35 anni, con la finalità di coinvolgere artisti, professionisti e dilettanti favorendone la libertà d’espressione ed il coinvolgimento nella pratica dell’arte dedicata al sociale. Il tema dell’estemporanea d’arte è stato 'La Persona al centro: mente, corpo e anima', valorizzando quel legame indissolubile delle tre dimensioni che caratterizzano la persona, quella fisica, quella psichica ed infine quella spirituale. All’iniziativa hanno aderito diversi studenti del liceo artistico Cardarelli della Spezia e dell’Accademia delle Belle Arti di Carrara. Le opere, tranne quelle vincitrici, saranno messe ad asta domenica 17 dicembre alle 11.30 nella sala consiliare del municipio ed il ricavato sarà devoluto ad un’associazione no-profit del territorio.

“Attraverso queste giornate l’amministrazione persegue l’obiettivo di un nuovo modello integrato di promozione del benessere e della salute e degli individui e delle comunità, attraverso pratiche fondate sulle arti visive, performative e sul patrimonio culturale – spiega l’assessore alle politiche sociali Alessandra Di Sibio – . Le evidenze cliniche e scientifiche, infatti, dimostrano che la partecipazione esperienziale ad alcune specifiche attività sono fattori che favoriscono quelle che l’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce 'life skills', ovvero le abilità per muoversi con pienezza sulla scena della vita, il rafforzamento delle competenze mnestiche e comunicative, lo sviluppo di valore e capitale sociale, la valorizzazione e inclusione della differenze, la riflessione etica e il potenziamento dell’apprendimento critico, la promozione della resilienza. Invito tutti quindi a palazzo comunale per contribuire fattivamente alla diffusione di questo progetto e dare un contributo alle realtà territoriali”.