Inventò la sezione didattica degli Uffizi: intitolate a Maria Fossi Todorow due sale delle Gallerie accessibili ai disabili

Nella giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità presentato il libro tattile dedicato alla “Velata” di Raffaello

Uffizi, sala Maria Fossi Todorow (New Press Photo)

Uffizi, sala Maria Fossi Todorow (New Press Photo)

Firenze, 1 dicembre 2023 – «Fossi Todorow, aperta a nuove metodologie grazie alla sua formazione internazionale, volle creare all’interno della Galleria degli Uffizi un centro specializzato per l’insegnamento museale dove pensare e realizzare modalità e tecniche educative per avvicinare tutti i cittadini al patrimonio artistico fiorentino, stimolando nei giovani una coscienza del patrimonio di grande valore civico». Così il sito web del Ministero dei beni culturali ricorda la figura di Maria Fossi Todorow  in occasione dei 50 anni della didattica alle Gallerie degli Uffizi nel 2020 e della pubblicazione di un volume a lei dedicato. Ora, gli Uffizi e il loro direttore Eike Schmidt rendono un ulteriore omaggio a questa donna di grande cultura e umanità, garbata e competente, intitolandole due nuove sale multifunzionali progettate per accogliere progetti educativi destinati a famiglie, scuole, bambini e diversamente abili.  Un’iniziativa in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità. «Collocate al piano terreno ed arredate appositamente per svolgere attività di vario tipo, dalle lezioni ai laboratori alle letture per i più piccoli, sono state realizzate secondo i più innovativi criteri del design degli ambienti di apprendimento, con l’obiettivo di predisporre nel modo più confortevole all’esperienza del museo, stimolando la curiosità e la creatività», come si legge in una nota. 

In questa Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità è stato anche presentato il secondo volume della collana dei libri tattili promossa dagli Uffizi: il libro è dedicato al celebre ritratto femminile di Raffaello conosciuto come “La Velata” ed esposto nella Galleria Palatina di Palazzo Pitti. La raccolta dei libri tattili, avviata nel 2021 con il volume sulla “Primavera” di Botticelli, è parte di un progetto di ampliamento dell’accessibilità culturale delle collezioni del museo ed ha lo scopo di agevolare le persone cieche e ipovedenti nella fruizione delle opere pittoriche

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro