Nuova grafica e nuove sezioni, Antologia Vieusseux cambia look

Si tratta della rivista più antica d'Europa, inaugurata nel 1966

Riccardo Nencini

Riccardo Nencini

Firenze, 29 settembre 2023 - Nuova veste grafica con copertine disegnate da artisti contemporanei e nuove sezioni con episodi di storia contemporanea collegati alla letteratura otto-novecentesca. È il nuovo corso della storica rivista 'Antologia Vieusseux', la più antica d'Europa, che accompagna quello del Gabinetto Vieusseux di Firenze, iniziato nella primavera di quest'anno con la nomina a presidente di Riccardo Nencini e di Michele Rossi alla direzione. Nel nuovo numero di 'Antologia Vieusseux', si legge in una nota di Palazzo Vecchio, si trova un saggio di Nadia Terranova sul femminicidio e una ricostruzione di Roberto Bianchi sulle vicende dell'epidemia spagnola a Firenze e su come venne curata. La copertina di ciascun numero sarà affidata ogni volta a un artista diverso: questo fascicolo vanta una copertina di Ugo Nespolo. I contributi, si spiega ancora dal Comune, sono ora suddivisi in quattro sezioni: 'Radici', dedicata a saggi e studi sulla cultura dell'Otto e del Novecento; 'Passato prossimo', con riflessioni e ricerche legate alla contemporaneità; 'Narrare al presente', sezione dedicata agli scrittori di oggi; 'Libri, storie', la sezione che punta sulle novità librarie. La rivista venne fondata da Alessandro Bonsanti nel 1966. "Il Vieusseux delle origini fu biblioteca circolante, raccolta di quotidiani e riviste dal mondo - spiega il presidente Nencini -, luogo di dibattito culturale, di confronto scientifico e letterario. A quelle radici bisogna tornare. Al confronto. Se ci accontentassimo di riposare nella nostalgia del passato, e la città qualche rischio lo corre, il futuro ci verrebbe addosso inesorabilmente, ci prenderebbe alle spalle. Quanto meglio guardarlo in faccia prima che ci sorprenda".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro