“Mi hanno violentata”. Scandicci, scattano i controlli nella zona dell’ex Cnr

Carabinieri e polizia municipale allertati dopo il racconto della vittima agli operatori sanitari. Nel mirino il parcheggio di Villa Costanza

Una manifestazione contro la violenza sulle donne

Una manifestazione contro la violenza sulle donne

Scandicci (Firenze), 23 febbraio 2024 – Ci sarebbe Scandicci al centro di un caso di presunta violenza sessuale successo la scorsa notte. La vittima sarebbe una donna di mezza età che avrebbe raccontato agli operatori sanitari quanto accaduto. Ma la situazione è ancora tutta da verificare; per questo sarebbero in corso ricerche nei vari luoghi dove si trovano abitualmente i senza fissa dimora. Non si conoscono ancora i dettagli del fatto, ma da ieri pomeriggio sono molti i residenti ad aver visto e segnalato anche al nostro giornale un insolito via vai di vetture di carabinieri e polizia municipale cittadina aggirarsi tra l’ex Cnr, il vicino parcheggio di villa Costanza e l’ex liceo di Isolato Boccaccio. L’ex Cnr, che doveva essere vuoto ormai da anni, è invece ancora nel pieno possesso di balordi e altri senza fissa dimora che approfittano delle coloniche vuote per passare la notte. E non mancano le lamentele di chi per esempio nel parchetto confinante porta il cane o si reca per fare ginnastica sulla pista di jogging realizzata dall’amministrazione non molto tempo fa. Il parcheggio di villa Costanza è ugualmente luogo dove si concentrano altri soggetti attenzionati dalle forze dell’ordine.

Arrivano da Firenze con il tram, e a Scandicci si fermano ugualmente per dormire all’addiaccio fuori dall’area di sosta. Sale l’attenzione sul territorio, si cercano riscontri dell’accaduto. Ma la mente non può non andare a quanto accaduto a inizio dicembre, quando due uomini di probabile origine nordafricana hanno molestato pesantemente due ragazze in piazza della Resistenza. Dopo averle abbordate hanno iniziato a palpeggiarle ovunque e sarebbe finita sicuramente male se le giovani non fossero riuscite a scappare rifugiandosi in un bar e chiedendo aiuto al titolare che le ha nascoste in cucina fino a quando i malintenzionati non hanno desistito dal loro intento. Scandicci si interroga su questo nuovo evento, che se fosse confermato, andrebbe ad unirsi agli altri episodi di violenza che sono successi in questo scampolo di città che sta tutto in tre fermate del tram: da piazza Resistenza fino a Villa Costanza. Un problema sicurezza che diventa sempre più evidente.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro