Un parco nell’ex campeggio del piazzale. L’inaugurazione dopo dieci anni di attesa

Recupero da 450mila euro con aree picnic e un piccolo campo da calcio

Un parco nell’ex campeggio del piazzale. L’inaugurazione dopo dieci anni di attesa

Un parco nell’ex campeggio del piazzale. L’inaugurazione dopo dieci anni di attesa

Dopo dieci anni di abbandono è stato inaugurato ieri il nuovo parco nei pressi del piazzale Michelangelo, poco sotto il giardino dell’Iris, al posto dell’ex campeggio. Un intervento di restyling da 450mila euro per uno spazio verde "a vocazione culturale e contemporanea". Un’inaugurazione con un intervento di street art alla presenza del sindaco Dario Nardella e degli assessori Andrea Giorgio, Cosimo Guccione, Sara Funaro, candidata sindaco del centrosinistra, e Maria Federica Giuliani, oltre al neopresidente del Quartiere 1 Mirco Rufilli. "Abbiamo lavorato a lungo per la rigenerazione completa di questo luogo splendido - ha detto Nardella -, ora trasformato in un giardino a disposizione di tutti all’interno dell’area Unesco, per un centro sempre più vivibile, contrariamente a quello che si continua a dire, che vengono privatizzati e svenduti spazi della città".

L’intervento si è focalizzato sul miglioramento dell’accessibilità e sulla messa in sicurezza. Molti percorsi esistenti sia carrabili che pedonali sono stati per quanto possibile recuperati integrandoli con i nuovi. Da un sentiero pedonale esterno che parte dal piazzale antistante il parcheggio del Giardino dell’Iris si raggiunge un cancello da cui si apre la vista su Firenze e sulla collina di Fiesole. Per quanto riguarda il verde, sono stati verificati tutti gli alberi, conservati i circa 700 ulivi, ripulite le piante e le aree invase da rovi, ed eseguiti il contenimento e la riformatura delle siepi. Inoltre sono state realizzate anche aree picnic e una piccola area per giocare a calcio per i più piccoli, con porticine in legno.

"Dopo anni di degrado e abbandono uno spazio enorme viene restituito ai cittadini e al quartiere - ha sottolineato l’assessore all’ambiente Giorgio -: abbiamo fortemente voluto uno spazio per tutti, non turistico, dove rilassarsi e partecipare alle attività culturali, sempre più convinti che il verde possa essere un nuovo modo di costruire socialità. Questo parco inoltre sarà il primo ad avere una precisa vocazione culturale: in questi giorni c’è la crew di Street Levels gallery che lavorerà su centinaia di metri quadrati di muri realizzando opere di street art contemporanea". Intervenendo all’inaugurazione Sara Funaro, candidata sindaca per il centrosinistra, ha detto che le piacerebbe, "data la vicinanza con San Miniato al Monte", che il parco "avesse un richiamo alla pace, dato che proprio l’Abbazia è stata recentemente teatro di alcune iniziative legate alla pace e al dialogo".