Treni Comitato pendolari all’attacco : "Esclusi dal tavolo con Rfi e Regione"

Dopo i continui ritardi, Il movimento chiede di essere ascoltato dalle istituzioni partecipando ai confronti. Il portavoce Maurizio Da Re: "Situazione grave e disastrosa. Siamo esasperati, ci devono coinvolgere" . .

Treni Comitato pendolari all’attacco : "Esclusi dal tavolo con Rfi e Regione"
Treni Comitato pendolari all’attacco : "Esclusi dal tavolo con Rfi e Regione"

I pendolari del Valdarno vogliono essere ascoltati: sono loro le prime vittime dei disservizi sulla tratta ferroviaria Arezzo-Firenze con ritardi e soppressioni frequenti e testimoniate anche dai dati ufficiali sull’affidabilità del servizio. Ogni giorno rischiano di arrivare tardi al lavoro o all’università, con le conseguenze materiali e psicologiche correlate.

Il Comitato pendolari Valdarno Direttissima è tornato a scrivere ai sindaci, in particolare al primo cittadino di Figline Incisa Giulia Mugnai in rappresentanza dei colleghi di Reggello e Rignano, tre amministrazioni che hanno portato i disagi dell’utenza al tavolo regionale e hanno recentemente ascoltato i cittadini in un’assemblea pubblica. "Vogliamo essere invitati a partecipare al prossimo incontro con Regione, Rfi e Trenitalia – chiede il portavoce del comitato Maurizio Da Re -. La situazione è grave e disastrosa e da oltre un anno esaspera migliaia di pendolari del Valdarno. L’8 febbraio scorso presentammo un decalogo di nostre richieste per migliorare il servizio, senza ottenere risposte.

Il coinvolgimento dei pendolari agli incontri istituzionali serve a ribadire le richieste e proporre nuove opzioni per migliorare la puntualità dei treni nel Valdarno". Chiede anche la ripresa "di incontri semestrali fra assessorato e comitati pendolari, prassi adottata per anni dall’ex assessore regionale ai trasporti Ceccarelli" e ora cancellata.

Anche il Movimento Consumatori appoggia le richieste del comitato. Il sindaco Giulia Mugnai conferma: "Il coinvolgimento dei pendolari è importante: significa poter dialogare direttamente con vive i disagi ogni giorno. Con Reggello e Rignano da mesi stiamo affrontando di petto la questione per far rispettare il diritto alla regolarità e all’affidabilità di un servizio pubblico (e quindi sociale) essenziale". Gli obiettivi da raggiungere, ricorda il sindaco di Figline Incisa, sono 4: "Riduzione immediata dei ritardi, una migliore comunicazione per gli utenti, nuovi treni veloci che spettano da contratto alla linea Firenze-Arezzo e, soprattutto, no alla linea lenta. Son tutte richieste che condividiamo con il Valdarno aretino e abbiamo allargato con quelle amministrazioni il fronte rinnovando la richiesta di un nuovo incontro con Regione, Trenitalia e RFI".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro