Gente in strada a Borgo San Lorenzo
Gente in strada a Borgo San Lorenzo

Firenze, 8 dicembre 2019 -Forte scossa di terremoto nel Mugello. La più forte è stata alle 4,37 con magnitudo 4.5 con epicentro a 9 km (il dato è stato rivisto dalla Ingv che inizialmente aveva parlato di 4 chilometri) a Scarperia e San Piero. Seguita a sua volta da numerose scosse di magnitudo compresa fra 2 e 3. Una prima raffica a partire dalle 20.38 con una scossa di magnitudo 2.6 e a una profondità di 7 chilometri è stata registrata a Scarperia e San Piero a Sieve dalla Rete Sismica Nazionale dell'Ingv-Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, più altre a seguire. In conseguenza della scossa, il Comune di Borgo San Lorenzo ha deciso di chiudere tutte le scuole per la giornata di oggi, compresi gli asili nido. Stessa decisione a i Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Firenzuola, Vaglia, Vicchio.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE A QUESTO LINK

Una vistosa crepa a Scarperia dopo la scossa nella notte Chiesa lesionata a Barberino di Mugello

TRENI - Il traffico ferroviario è stato sospeso fino alle 10 per un controllo tecnico sulla linea. Le linee coinvolte sono: Firenze - Bologna AV, Firenze - Prato convenzionale, Firenze - Arezzo direttissima e convenzionale,  Firenze - Borgo San Lorenzo via Vaglia e via Pontassieve, Prato - Pistoia, Firenze - Empoli - Pisa. Alle 8,25 è ripartita l'alta velocità che ha comunque accumulato ritardi di circa un'ora (in un caso fino a due ore), mentre sono proseguiti i controlli sulle linee regionali. Poco dopo le 10 è ripresa gradualmente la circolazione anche sulle linee Pistoia – Porretta Terme, Firenze – Empoli, Bologna – Prato convenzionale e Prato – Pistoia. L’ultima linea sospesa era la Firenze – Borgo San Lorenzo, via Pontassieve, poi sono terminate positivamente tutte le verifiche all’infrastruttura ferroviaria alle 11.30 e la circolazione è ripresa su tutte le linee interessate dal terremoto.

LA NOTTE - Le scosse sono andate avanti tutta la notte fino a magnitudo avvertite molto chiaramente (3.4 alle 3,40). Ma alle 4,38 la scossa è stata davvero molto forte con un grande boato e la terra che ha tremato forte. La scossa è stata di 4.5 secondo la prima comunicazione Ingv. In Mugello la gente è scesa in strada, ma la scossa è stata avvertita in un largo raggio. A Prato molti sono scesi in strada ed era surreale vedere le finestre delle case tutte accese in piena notte.

Centinaia le telefonate ai vigili del fuoco, che sono subito intervenuti in Mugello con squadre del comando di Firenze per accertamenti. Non risultano persone coinvolte, ma ci sono alcuni danni evidenti. Fra gli altri, segnalati danni al campanile della chiesa di Cavallina (Borgo San Lorenzo) e a una chiesa di Barberino.

 

Dalle 7 ha aperto (nella Sala Integrata di Protezione civile della Città Metropolitana e della Prefettura di Firenze, in via dell'Olmatello) il Ccs-Centro coordinamento soccorsi.

Prodotti caduti dagli scaffali alla Coop di Barberino Prodotti caduti dagli scaffali alla Coop di Barberino

La scossa registrata nella zona di Firenze alle 4.37/4.38 ha avuto epicentro a 4 km di profondità a Scarperia San Piero ed è stata di magnitudo 4.5. Un'altra scossa, invece, poco dopo a Barberino di Mugello, accompagnata da altre scosse di minore intensità a Scarperia San Piero. La Sala di Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze sta monitorando la situazione. Nel frattempo l'Unione dei Comuni del Mugello ha aperto la Sala intercomunale di protezione civile a Borgo. Vi sarebbero danni ad edifici a Scarperia San Piero e a Barberino.

 

 

IN AGGIORNAMENTO