Sosta selvaggia in zona industriale. Auto ovunque e nessun controllo

"Su queste strade ormai è bomba libera tutti". Richiesti maggiori spazi. per parcheggiare sicuri.

Sosta selvaggia in zona industriale. Auto ovunque e nessun controllo

Sosta selvaggia in zona industriale. Auto ovunque e nessun controllo

Sosta selvaggia in zona industriale: siamo alle solite. Le auto sono tornate sulle aiuole, occupano gli incroci, le strisce pedonali. Una situazione inconcepibile di illegalità che avviene tutti i giorni, tutto il giorno in orario d’ufficio sabati e domeniche escluse. A poco sono serviti i dissuasori parapedonali a protezione dei marciapiedi e degli spartitraffico attorno all’incrocio tra le vie Nazioni Unite e Primo Maggio, nella cuore della zona produttiva, per contrastare il fenomeno dei parcheggi in divieto di sosta che interessa quei tratti di viabilità. Soprattutto quando piove, e sono molte di più le persone che per spostarsi usano l’auto, si verificano le violazioni al codice della strada. Ma anche all’ambiente circostante, visto che il terreno si allenta e gli pneumatici sulle aiuole fanno danni. Ma se le transenne hanno leggermente attenuato l’inciviltà di chi metteva la macchina in mezzo alle aiuole del poco verde che c’è nella zona, lungo strade e marciapiedi è un ‘bomba libera tutti’.

"Su queste strade – raccontano i cittadini – c’è spesso la vettura della polizia municipale con l’autovelox parcheggiata in mezzo alle auto. I cittadini prendono la multa, ma le multe agli incivili che parcheggiano a volte fin sui passaggi pedonali non si fanno". C’è bisogno di parcheggi e del completamento delle infrastrutture viarie per aumentare la competitività della zona industriale di Scandicci. Altrimenti la mobilità quotidiana diventa una giungla.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro