Solidarietà Madri e babbi sul palco. La beneficenza dei GeniAttori in scena

Il gruppo organizza da dieci anni spettacoli per bambini donando il ricavato al terzo settore

Solidarietà Madri e babbi sul palco. La beneficenza dei GeniAttori in scena

Solidarietà Madri e babbi sul palco. La beneficenza dei GeniAttori in scena

Dieci anni trascorsi all’insegna della solidarietà e del divertimento vissuti sul palco di un teatro. Un compleanno da festeggiare, il decimo appunto, quello della Compagnia teatrale "GeniAttori" nata per iniziativa di genitori di ex alunni della scuola primaria Lombardo Radice che hanno deciso di mettersi in gioco realizzando spettacoli teatrali per bambini e destinando il ricavato dei biglietti di ingresso a fini solidali. Il prossimo debutto, con il sesto spettacolo, fra l’altro è particolarmente atteso: "Sabato prossimo, alle 21 e domenica alle 16,30 – racconta infatti il regista Giovanni Noferi – porteremo in scena al Teatro Nuovo Sentiero di Firenze in via delle Panche la nuova produzione ‘Le avventure di un orco’ ispirato alla storia di Schreck e per noi si tratta di una grande soddisfazione perché, per la prima volta in assoluto, il nostro spettacolo è inserito in una stagione teatrale. Quindi aspettiamo l’appuntamento con una certa trepidazione. Anche in questo caso, però, non cambierà la nostra filosofia perché il ricavato in parte sarà devoluto alla cooperativa ConVoi di Firenze che, a teatro, porterà anche un banchino con le creazioni dei propri ragazzi e gadgets". La ‘prima’ al Nuovo Sentiero, in realtà è stata preceduta di una tappa di avvicinamento già effettuata al circolo Acli "Gl’Incontri" di Quinto Basso che rappresenta un po’ la ‘casa’ della compagnia: "Il circolo – prosegue infatti Noferi – da molti anni ci offre la possibilità di effettuare qui le prove: per questo spettacolo in particolare, ci siamo ritrovati una volta la settimana da settembre e non è stato semplice realizzare una messa in scena complessa con tanti personaggi come questa. Devo dire però che c’è un grande impegno da parte di tutti e che ciascuno offre il proprio apporto". In totale reciteranno infatti più di venti attori ma sul palco ci saranno anche i ballerini e ballerine della scuola di ballo Dance Studio Firenze. L’adattamento del testo è di Tommaso Parenti (fondatore della compagnia Metropolis e con molte esperienze teatrali all’attivo) mentre le musiche sono a cura di Giuditta Tomarchio che interpreta una delle due Fiona. Anche i costumi, davvero belli e studiati nel particolare, sono ‘fatti in casa’ con un maxi lavoro di Sabrina Vanni. Per questo spettacolo poi la compagnia ha curato anche tutta la parte relativa alle scenografie. Le prenotazioni per i due spettacoli sono aperte.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro