Sciopero 6 e 7 luglio, caos nelle stazioni di Pisa e Firenze. Turisti in coda e treni cancellati

Molti treni cancellati e poche informazioni. Polemica a Santa Maria Novella

Firenze, 7 luglio 2024 – Treni cancellati, poche informazioni disponibili e tanta rabbia. Lo sciopero dei treni programmato per il primo week-end di esodo estivo andrà avanti fino alle 21 di stasera, domenica 7 luglio, ma nel frattempo è caos nelle principali stazioni della Toscana, a cominciare da Pisa e Firenze.

Stazione ferroviaria di Pisa con i viaggiatori, la maggioranza stranieri, in coda per chiedere informazioni sullo sciopero dei treni (Foto Luca Zennaro/Ansa)
Stazione ferroviaria di Pisa con i viaggiatori, la maggioranza stranieri, in coda per chiedere informazioni sullo sciopero dei treni (Foto Luca Zennaro/Ansa)

A Santa Maria Novella, fin dalle prime ore di oggi, si è formata una coda che si snoda per quasi tutta l'atrio della stazione antistante l'accesso ai binari per poter avere notizie e riprogrammare il viaggio allo sportello dedicato, gente in fila alle macchinette per il cambio biglietto e comunque tantissimi turisti, più del solito.

Il pannello degli arrivi poco dopo le 11:30 segnalava solo convogli cancellati tranne uno in ritardo, qualche treno in quello delle partenze. Da Ferrovie si spiega che chi aveva il biglietto per treni a lunga percorrenza poi cancellati viene riprotetto su altri convogli se possibile. Si ricorda che sul sito di Trenitalia c'è l'elenco dei treni garantiti.

Scene simili anche a Pisa, dove si sono formate lunghe code di turisti in attesa di conoscere l’esito del proprio viaggio. Molti treni cancellati e tanta rabbia, soprattutto da parte degli stranieri che non erano stati informati dello sciopero del 6 e 7 luglio. La situazione dovrebbe tornare alla normalità dalle 21 di stasera.