Scienziati e divulgatori in sfida

Migration

C’è chi ha parlato di fotoni e chi di legno, chi di scoperte per combattere il cancro e chi di sostenibilità ambientale, e di molto altro ancora. Sono stati bravi ed efficaci i 16 ricercatori dei vari dipartimenti del Cnr di Sesto che, due giorni fa alla biblioteca CiviCa, si sono cimentati in una sfida singolare: raccontare la scienza in soli 180 secondi. Alla fine la più votata dalla giuria per capacità comunicativa è stata una giovane ricercatrice dell’Istituto nazionale di ottica, Maja Colautti che, lente di ingrandimento in mano, ha provato a spiegare come si può "afferrare l’invisibile" andando a caccia di un fotone. Il tema più accattivante è stato invece proposto da Massimo Materassi (Istituto dei sistemi complessi) che ha tessuto una particolare "Ode al cinghialadro".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro