NICCOLO' GRAMIGNI
Cronaca

Riqualificazione del Torrino Santa Rosa, approvato il progetto: ecco come sarà

Approvati l’accordo di programma tra Regione e Comune e il progetto esecutivo della nuova struttura. Oltre 1 milione di euro per il centro anziani

Il Torrino Santa Rosa

Il Torrino Santa Rosa

Firenze, 13 giugno 2024 - Via libera al pacchetto di interventi per la riqualificazione, dopo 30 anni, del Torrino Santa Rosa con la realizzazione del nuovo Centro di socializzazione per anziani e la sistemazione dell’area circostante nel rispetto delle prescrizioni. È quanto prevedono le delibere approvate nell’ultima seduta dalla giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessora ai Lavori pubblici Titta Meucci. Si tratta dell’accordo di programma tra Regione Toscana e Comune di Firenze per la concessione del contributo regionale straordinario di 600mila euro destinati alla riqualificazione del Torrino e dell’approvazione del progetto esecutivo da oltre 1,1 milioni di euro per la realizzazione del centro anziani.

“Sono estremamente soddisfatta di chiudere il mandato portando a compimento un intervento che i cittadini attendevano da 30 anni - ha detto l’assessora Meucci -. Un intervento complesso da tanti punti di vista, che ora consentirà non solo di mettere a disposizione una struttura più adeguata all’attività sociale sotto il profilo edilizio e dei servizi; ma anche di riqualificare e regolarizzare l’area circostante, valorizzare il complesso del Torrino dal punto di vista storico-architettonico e regolarizzazione la viabilità carrabile e pedonale”.

Il progetto del nuovo fabbricato è stato definito verso l’Arno nel rispetto della zona di inedificabilità idraulica stabilita in 10 metri dal muraglione ottocentesco; e verso il Torrino da un’ulteriore fascia di rispetto delle mura medioevali di quattro metri concordata con la Soprintendenza per migliorare la visibilità dei manufatti storici sia dal lungarno Santa Rosa che dal lungarno Vespucci sulla sponda opposta dell’Arno. Per realizzare l’intervento saranno necessarie alcune opere propedeutiche, a partire dalla demolizione delle strutture abusive nel resede (ex spogliatoio seminterrati) e in adiacenza del Torrino a est (verande) e ovest (attuale sala polivalente), in ottemperanza alle ingiunzioni che gravano sul fabbricato adiacente al Torrino; fino alla rimozione della vegetazione adiacente alle strutture storiche e alla pulizia delle aree a valle del Torrino.