I migliori prosciutti del mondo arrivano a Greve. E la degustazione ha scopi benefici

Ci sarà anche il Jamon Joselito Gran reserva, considerato il crudo più buono del pianeta. Il ricavato dell’evento sosterrà un progetto di inserimento al lavoro per ragazzi disabili

A Greve in Chianti sarà possibile degustare i migliori prosciutti del mondo

A Greve in Chianti sarà possibile degustare i migliori prosciutti del mondo

Greve in Chianti (Firenze), 17 ottobre 2023 – Sarà possibile degustare i migliori prosciutti del mondo e lo scopo sarà benefico. E’ un’iniziativa in programma il 5 novembre a Greve in Chianti  organizzata dall'Enoteca Falorni per raccogliere fondi da destinare alla cooperativa sociale La Stadera per il progetto “Oggi a lavoro”, dedicato all'inserimento lavorativo di ragazzi disabili o con disturbi specifici.

Il costo della degustazione è di 50 euro e vedrà 'sfilarè, in abbinamento ai vini dei viticoltori di Greve, dal Prosciutto crudo di casa a firma Falorni di «Cinta senese Dop», stagionato oltre 15 mesi, allo spagnolo Jamon Joselito Gran reserva del 2018, prodotto della famosa azienda Joselito, con 42 mesi di stagionatura, e dichiarato il miglior prosciutto crudo al mondo.

Arriva dalla famiglia friulana Dall'Ava il NebroDok, realizzato dal suino nero dei Monti Nebrodi in Sicilia, per poi passare al Prosciutto crudo maiale nero Rosa dell'Angelo, proveniente da maiali allevati all'aperto a Rivalta in provincia di Parma e prodotto, rigorosamente in maniera artigianale, nel prosciuttificio di Traversetolo con stagionatura di minimo 36 mesi.