Addio a Claudia Fiaschi. Il lutto in Toscana: “Donna straordinaria, lascia un grande vuoto”

Le reazioni del mondo politico e del terzo settore al quale Fiaschi ha dedicato gran parte della sua vita

Claudia Fiaschi

CLAUDIA FIASCHI PRESIDENTE FORUM TERZO SETTORE

Firenze, 4 marzo 2024 – Cordoglio in Toscana per la scomparsa di Claudia Fiaschi, presidente di Confcooperative Toscana e vicepresidente nazionale di Confcooperative. Dal 2022 era alla guida del Consorzio Co&So, del cui cda ha sempre fatto parte. Aveva 59 anni. 

Giani: “ha ispirato molti nel perseguire ideali di solidarietà”

"Ci lascia Claudia Fiaschi, una donna straordinaria il cui impegno nel terzo settore ha lasciato un segno indelebile nella nostra comunità". Così il presidente della Regione Eugenio Giani esprime il cordoglio suo e della giunta regionale per la prematura scomparsa di Claudia Fiaschi, presidente di Confcooperative Toscana e vice presidente di Confcooperative nazionale. "Una notizia drammatica - prosegue Giani - una malattia terribile ce l’ha portata via in pochissimi giorni. Con la sua passione, energia e generosità, Claudia ha ispirato e guidato molti nel perseguire ideali di solidarietà e progresso sociale. La sua leadership nel Forum del Terzo settore e nella Confcooperative ha contribuito a dare voce e dignità a chi lotta per un mondo più giusto e inclusivo. La sua prematura scomparsa è una perdita irreparabile, ma il suo spirito rimarrà vivo nei cuori di coloro che hanno avuto il privilegio di conoscerla e lavorare al suo fianco. Le mie più sentite condoglianze vanno alla famiglia e agli amici di Claudia, a tutti i suoi collaboratori e le sue cooperative, mentre continuiamo a onorare il suo prezioso contributo e a trarre ispirazione dal suo esempio luminoso".

Saccardi: “Donna preparata e attenta. Lascia un grande vuoto”

“Oggi il mondo della cooperazione e del Terzo settore perde una sua colonna assoluta, io perdo un’amica e un punto di riferimento tecnico di grande valore – ha detto la vicepresidente Stefania Saccardi – Con Claudia Fiaschi se ne va una donna appassionata e intelligente con la quale abbiamo condiviso molte battaglie. Ho collaborato con lei su moltissime iniziative, ho partecipato alla presentazione del suo lavoro sul terzo settore. Ci siamo confrontate a proposito della legge sulla cooperazione sociale e tante e tante volte ci siamo sentite per le questioni più diverse. Quando veniva in piazza Duomo passava a salutarmi e per me era ogni volta era una gioia parlare con una donna così entusiasta e perspicace, preparata e attenta che lascia un grande vuoto”.

Spinelli: “Grave perdita per il terzo settore toscano e non solo”

Piange la sua scomparsa anche l'assessora al sociale Serena Spinelli, che ricorda come "la prematura scomparsa di Claudia Fiaschi, attualmente presidente di Confcooperative Toscana e alla guida del Consorzio Co&So, già Portavoce nazionale del Forum del Terzo settore, è un evento doloroso e una grave perdita per il terzo settore toscano e non solo. Il mondo della cooperazione, dell’impresa sociale e del volontariato sono stati sempre gli ambiti del suo impegno e della sua passione, con l’obiettivo costante di costruire, insieme alle istituzioni pubbliche, comunità più solidali e coese, capaci di prendersi cura di tutti e tutte. Un forte abbraccio a tutto il mondo di Confcooperative, con le più sincere condoglianze alla famiglia, ai suoi cari e alle tante persone che hanno lavorato con lei".

Co&So: “La cooperazione è stata per lei il mezzo principe per dare 'le risposte’”

"Una grande passione ha sempre mosso la vita di Claudia. Fino dagli inizi, da giovane educatrice fino ad oggi all'interno di Co&So, passione, curiosità e intelligenza l'hanno animata in un'incessante ricerca del bene comune. Vedere il bisogno, prendersi cura delle vulnerabilità dei singoli e delle Comunità, ha significato per lei attivarsi per trovare risorse e soluzioni sempre nuove e creative”. Con queste parole Co&So ricorda Claudia Fiaschi dopo la sua scomparsa. “La cooperazione è stata per lei il mezzo principe per dare 'le risposte’: uno strumento in grado di esprimere le potenzialità delle relazioni, della forza dell'insieme che è sempre più incisiva della somma dei singoli. Un uso sapiente del linguaggio ha contraddistinto il suo modo di parlare e di scrivere, come ci mostra nel suo bel libro sul Terzo Settore. Nulla nel suo agire è stato lasciato al caso, tutto ha trattato con cura e attenzione - ha continuato Co&So -. Claudia ci lascia un'importante responsabilità che è quella di continuare ad alimentare la passione per la cura delle comunità che abitiamo, la passione nella formazione dei giovani che rappresentano il futuro della transizione imprenditoriale delle nostre cooperative, la passione per la solidarietà e la democrazia agita attraverso lo strumento della cooperazione, un modello organizzativo versatile che valorizza i temi della sostenibilità ambientale, sociale e anche di governance: le parole d'ordine del futuro”.

Cooperativa sociale L’Abbaino: “Ha ispirato la nostra storia e le nostre azioni”

“La scomparsa di Claudia Fiaschi è per noi un immenso dolore, una perdita insanabile: era una persona davvero speciale, ha contribuito alla fondazione della nostra realtà e ha ispirato la nostra storia e le nostre azioni”. Così i soci della cooperativa sociale L’Abbaino ricordano Claudia Fiaschi, presidente di Confcooperative Toscana, vicepresidente di Confcooperative nazionale, presidente di Co&So e tra i soci fondatori de L’Abbaino nel 1987, scomparsa all’età di 59 anni. “A Claudia va la nostra più sincera gratitudine per gli insegnamenti e la passione che ci ha lasciato”.

“Vogliamo ricordarla con le sue stesse parole, pronunciate in occasione dei trent’anni della cooperativa, nel 2017: ‘La cooperativa nasce così: da una sorta di ecumenismo delle motivazioni che tentava di dare forma stabile alle spinte di solidarietà, di impegno sociale e civile, di trasformare in lavoro quotidiano il desiderio di cambiamento sociale, consapevoli che l’amore e la passione non sono sufficienti a guarire le ferite, della necessità di superare i deboli strumenti del volontariato da una parte e l’arida etica professionale dall’altra. Riuscimmo davvero a fare di questo un sogno comune – scrisse Claudia – il nostro posto nel mondo da cui sfidare il tempo futuro’”.

Misericordie Toscane: “Affetto e stima conquistati col suo grande impegno”

“Con grande dolore abbiamo appreso della scomparsa di Claudia Fiaschi; la ricorderemo con l’affetto e la stima che aveva saputo conquistarsi per il modo con cui portava avanti il suo impegno.” E’ il ricordo della Federazione regionale della Misericordie della Toscana per la scomparsa della presidente regionale e vicepresidente nazionale di Confcooperative, che fu anche portavoce del Forum nazionale del Terzo settore. “Ci uniamo – dicono le Misericordie toscane – al cordoglio della famiglia e degli amici più stretti di Claudia, per questa prematura e repentina scomparsa che lascia un grande vuoto anche nel mondo del non profit.”

Avis Toscana: “Volontà d’acciaio e non si tirava indietro di fronte a niente”

Avis Toscana si unisce al cordoglio di colleghi, amici e familiari per la scomparsa di Claudia Fiaschi, presidente di Confcooperative Toscana, vicepresidente nazionale di Confcooperative e già portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore. “Claudia – dice la presidente di Avis Toscana Claudia Firenze – aveva un sorriso sincero, una volontà d’acciaio e non si tirava indietro di fronte a niente e a nessuno. È stato un privilegio per noi averla conosciuta e averci lavorato insieme. Ci stringiamo ai suoi cari, a Confcooperative, a Co&So di cui era presidente, al Forum del Terzo settore e a tutto il mondo del non profit che da questo momento è più povero e triste senza di lei”.

Legacoop Toscana, Negrini: “Claudia è stata una cooperatrice instancabile"

Il presidente di Legacoop Toscana Roberto Negrini esprime a nome di tutta l’Associazione profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Claudia Fiaschi, presidente di Confcooperative Toscana e vicepresidente nazionale di Confcooperative. “Sono personalmente addolorato e ancora incredulo – afferma Roberto Negrini – Ho perso un’amica, con la quale ho condiviso esperienze di lavoro e momenti di vita. Claudia è stata una cooperatrice instancabile, che ha dato un grandissimo contributo allo sviluppo del movimento cooperativo toscano e nazionale, sempre con generosità ed entusiasmo. Legacoop Toscana si stringe alla sua famiglia e ai colleghi di Confcooperative in questo momento di grande dolore”.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro