SANDRA NISTRI
Cronaca

Morello Pochi cartelli e strade rischiose: "Se c’è nebbia non si vede oltre 5 metri"

La lettera di reclamo inviata da un lavoratore alla Municipale e al Comune: "Serve sicurezza"

Morello Pochi cartelli e strade rischiose: "Se c’è nebbia non si vede oltre 5 metri"

Morello Pochi cartelli e strade rischiose: "Se c’è nebbia non si vede oltre 5 metri"

Segnaletica insufficiente e non adeguata in particolare quando le condizioni meteo, come nei mesi più freddi, non consentono una ampia visibilità. La denuncia, che riguarda piazzale Leonardo sulla panoramica dei Colli Alti, battutissimo in particolare in estate, arriva da Paolo Epifani, un residente sul territorio di Sesto che usa ogni giorno la panoramica per Morello per andare e tornare dal lavoro. Una ‘frequentazione’ quotidiana che gli consente dunque di poter fare dei rilievi in una nota inviata alla Polizia municipale e all’amministrazione di Sesto: "Vorrei sottoporre alla vostra attenzione – sottolinea in particolare - il problema che riguarda la segnaletica perimetrale del piazzale Leonardo che è inadeguata in condizioni metereologiche impervie come la nebbia che spesso lo ricopre in inverno. In relazione a ciò, porto la vostra attenzione sull’incidente che ha visto coinvolto un mezzo la sera dello scorso 11 dicembre quando la nebbia non permetteva di vedere oltre i 5 e i 10 metri". In occasione del sinistro ma anche in generale – prosegue Epifani – "la curva del piazzale Leonardo venendo da Pratolino verso Sesto Fiorentino, era difficilmente individuabile anche da un utente abituale che la percorreva a velocità ridotta poiché mancano una chiara segnaletica verticale prima della curva, una marcata segnalazione sulla pavimentazione stradale, ad oggi sbiadita, paletti con catarifrangenti a delimitare il lato della strada che dà sul burrone. Lungi da me l’essere esperto di segnaletica stradale, ritengo che sia un dovere civico far percorrere quella strada in sicurezza non solo a chi la usa quotidianamente, ma soprattutto a quelle persone che la usano meno di frequente e che, in quelle condizioni meteo, posso trovare difficoltà ad orientarsi e cadere in errore". Da qui l’esortazione all’amministrazione sestese "a fare ancora di più nel caso fosse già in regola con la segnaletica presente". Chiamato in causa il Comune fa però sapere che la richiesta è stata ricevuta ed immediatamente l’Ufficio Mobilità ha provveduto a sollecitare sia la Città Metropolitana di Firenze, cui spetta la competenza per la manutenzione e la gestione della Panoramica che AVR" che si occupa della manutenzione stradale. La Sp130, infatti, è una strada provinciale e la gestione è della Metrocittà.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro