Materna Vannini, il progetto di riqualificazione

La giunta comunale di Sesto ha approvato il progetto di riqualificazione del resede della scuola d'infanzia Vannini. L'intervento prevede la demolizione della pavimentazione esistente, la creazione di un'area a prato e la piantumazione di nuove specie vegetali, con l'obiettivo di rendere l'ambiente più funzionale e vivibile per i bambini.

Materna Vannini,  il progetto di riqualificazione

Materna Vannini, il progetto di riqualificazione

Approvato dalla giunta comunale il progetto esecutivo dei lavori di riqualificazione del resede della scuola d’infanzia Vannini in via Vannini.

L’importo totale previsto per l’opera è di 170mila euro poco più di 125mila dei quali per il solo costo dei lavori. Nel 2023 nel resede della scuola, in seguito a monitoraggi periodici sulla stabilità degli alberi del patrimonio pubblico, erano stati abbattuti quattro pini perché valutati in classe D, ossia con propensione al cedimento estrema.

Rischio decisamente grave soprattutto in un luogo frequentato da bambini piccoli. Nell’inverno scorso erano poi stati messi a dimora quattro nuovi alberi nell’area esterna della scuola lungo via Chiostri e via don Minzoni rimandando l’intervento sulla parte del plesso ad un progetto complessivo di riqualificazione della principale area esterna della materna con l’obiettivo di rendere il giardino un ambiente più funzionale e vivibile per i piccoli frequentatori, da utilizzare anche per attività didattiche e non solo per il gioco all’aperto.

In particolare, il progetto, redatto dai tecnici del Servizio ambiente del Comune, prevede la demolizione della pavimentazione in cotto e porfido e la rimozione dei sampietrini presenti attorno alle fioriere.

Poi anche la realizzazione di un’area a prato insieme al ripristino della pavimentazione esistente ammalorata grazie a interventi puntuali di riparazione e al ripristino del percorso in ghiaia su tutta la viabilità interna che collega il cancello carrabile su via Chiostri con il cancello tergale della primaria De Amicis da cui si accede anche alla palestra.

Saranno inoltre riqualificate le fioriere attraverso, fra l’altro, la messa a dimora nuove specie piante in zolla o vaso fino ad una altezza di un metro. Prevista anche la piantumazione di quattro bagolari già trattati in vivaio e anche di una siepe di alloro. Per la cura delle piante e del verde sarà realizzato un nuovo impianto di irrigazione. Fra gli interventi in ponte anche la creazione di una seduta circolare in legno trattata per resistere agli agenti atmosferici e a insetti e funghi.

S.N.