La maxi opera ’green’. Al via il nuovo depuratore

Conclusi i lavori per la realizzazione del sistema fognario e depurativo. Il sindaco Ciappi: "Intervento strategico sotto il profilo tecnico e ambientale".

La maxi opera ’green’. Al via il nuovo depuratore

La maxi opera ’green’. Al via il nuovo depuratore

Finalmente anche San Casciano ha un depuratore delle acque che fino ad oggi scaricavano a cielo aperto. Sono stati inaugurati ieri i lavori – arrivati dopo la procedura di infrazione dell’Ue – che hanno visto un investimento di 25 milioni di euro e portato alla realizzazione dell’impianto di depurazione del capoluogo e l’ammodernamento di quello di Mercatale, oltre al rinnovo della rete fognaria dei due centri abitati. Il nuovo depuratore di San Casciano, 10 milioni di euro il suo costo, è stato realizzato al Ponterotto e tratta i reflui del capoluogo con una potenzialità pari a 11.500 abitanti equivalenti.

Per la sua realizzazione è stato tenuto conto dell’impatto acustico, odorigeno e paesaggistico. Allo stesso tempo sono stati realizzati 11 chilometri di fognature e 10 impianti di sollevamento. Il risultato ottenuto, dicono i tecnici, ha permesso di eliminare gli scarichi diretti in ambiente. Questo intervento ha impegnato Publiacqua per una cifra complessiva di circa 11 milioni di euro. Anche Mercatale è depurata al 100% grazie ai lavori che hanno interessato il depuratore già esistente passato da una capacità di trattamento di 1.300 abitanti equivalenti a 1.950. Anche qui c’è stato un intervento di sistemazione fognaria con la realizzazione di circa 1.600 metri di nuove condotte e 4 impianti di sollevamento per l’eliminazione di 6 scarichi diretti. Complessivamente per il lavoro nella frazione sono stati investiti circa 4 milioni di euro.

Si tratta, ha detto il sindaco Roberto Ciappi "di un intervento strategico sotto il profilo tecnico e ambientale e costituisce una risposta necessaria e concreta alle esigenze dei cittadini. Il lavoro fatto è fondamentale per rispondere alle necessità del patrimonio idrico-ambientale ed implementare le acque del torrente Pesa nei periodi siccitosi". Il presidente Nicola Perini ha sottolineato come "Publiacqua, dal 2018 al 2022, sui cinque comuni dell’area del Chianti abbia investito 81 milioni di euro, 33 dei quali nel comune di San Casciano".

Andrea Settefonti

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro