Kata scomparsa a Firenze, la mamma in lacrime: “Sento che mia figlia è viva, spero si arrivi alla verità”

I genitori di Kataleya all’ex hotel Astor, dove lo scorso 10 giugno è scomparsa la bambina di 5 anni. Il padre: “Ho fiducia in mio fratello, non so perché mia figlia è stata rapita”

Firenze, 13 settembre 2023 – I genitori di Kataleya Alvarez sono all’ex hotel Astor di Firenze, dove lo scorso 10 giugno è scomparsa la bambina peruviana di 5 anni. La madre Katherine Alvarez e il padre  Miguel Chicllo rispondono alle domande dei giornalisti all’indomani della svolta sul fronte delle indagini. Ci sono infatti cinque indagati per la scomparsa della piccola, tra cui i due zii di Kata

I genitori di Kata davanti all'ex hotel Astor (Foto Marco Mori / New Press Photo)
I genitori di Kata davanti all'ex hotel Astor (Foto Marco Mori / New Press Photo)
10:12La mamma: “Spero che si arrivi alla verità”Spero che si arrivi alla verità”. Queste le prime parole della mamma di Kata davanti all’ex hotel Astor. In lacrime ha sottolineato: “Ogni giorno ho il cuore pieno di angoscia, ma sento che mia figlia è viva”.
10:16Il padre di Kata: “Non so perché l’hanno rapita”Anche il padre di Kata ha preso parola davanti ai giornalisti: “Non so perché l’hanno rapita. Ho fiducia in mio fratello”.
10:21La mamma: “Chi ha visto per favore parli”Nuovo appello della madre di Kata per avere maggiori informazioni su sua figlia: “Chi ha visto o sa qualcosa per favore parli”.
10:28Gli avvocati: “Ci auguriamo novità dai sopralluoghi”Gli avvocati dei genitori di Kata non escludono che potrebbero spuntare nuovi nomi sul fronte delle indagini e auspicano: “Ci auguriamo novità dai sopralluoghi”. 
10:31La mamma: “Basta ombre, ho diritto di sapere cosa è successo”La mamma: “Noi abbiamo sempre detto la verità. Basta ombre sulla nostra famiglia. È da tre mesi che non vedo mia figlia, ho diritto di sapere cosa è successo”.
10:49Gli avvocati: “Non escludiamo nessuna pista”Gli avvocati dei genitori non escludono alcuna pista: “Impossibile che nessuno abbia visto niente, non escludiamo neanche lo scambio di persona”. Come l’ipotesi del Perù. 
10:53La madre: “Mai conosciuti gli indagati”La madre di Kata sottolinea: “Mai conosciuti gli indagati, mai avuto attriti, neanche quando c’era la lotta per le camere” dell’ex hotel.
11:01“Qualcuno ha visto ma non vuole parlare”“Ci sono persone che hanno visto e non vogliono parlare”. Così ha sottolineato ancora la mamma di Kata. 
11:21Il padre: “I pm non trovano niente e indagano la mia famiglia”“In procura non mi dicono niente, noi siamo i genitori, vogliamo sapere almeno qualcosa. Siamo con l'angoscia di non sapere nulla, quindi fare questa cosa di indagare mio fratello e mio cognato mi fa pensare tante cose, che non trovano niente e vogliono mettere nei guai noi, la mia famiglia, e questo non va bene”. Lo ha detto il padre di Kata, che sottolinea ancora: “Incolpare la mia famiglia mi offende”. 

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro