’Invasioni’ di guerra a Palazzo Strozzi. Ospiti padre Bernardo e Patrick Zaki

Il Gabinetto Vieusseux a Firenze ospita oggi dalle 17 alle 23 l'evento "Invasioni", legato alla mostra di Anselm Kiefer a Palazzo Strozzi. Incontri, talk, performance e musica per riflettere sulla guerra nel nostro tempo e nella storia.

Appuntamento oggi dalle 17 alle 23, al Gabinetto Vieusseux, che in occasione della mostra di Palazzo Strozzi ’Anselm Kiefer. Angeli caduti’ a cura di Arturo Galansino, organizza una giornata di eventi dal titolo ’Invasioni’. Incontri, talk, letture, performance, spettacoli musicali e teatrali dedicati alla guerra, di oggi, di ieri, per una riflessione sul nostro presente. La guerra si canta, si racconta, si scrive, si porta in scena. È un racconto senza fine, un racconto di amore e di morte, l’espressione del nostro tempo e di tutti i tempi. Si parte alle 17 in Sala Ferri con il talk ’Per non morire d’arte’, con Riccardo Nencini, Arturo Galansino e Ugo Nespolo, coordinato dalla giornalista de La Nazione Olga Mugnaini. Il titolo dell’incontro, che parte dall’omonimo libro di Ugo Nespolo per Einaudi, ha come focus la provocazione nell’arte e l’arte come provocazione. Alle ore 18 l’incontro con Patrick Zaki, a partire dal suo libro ’Sogni e illusioni di libertà. La mia storia’ in dialogo con Fulvio Paloscia. Alle 19 il talk ’Angeli ribelli’ con Padre Bernardo Gianni in dialogo con Chiara Dino. Alle 19,30 il filosofo Federico Leoni farà un intervento dal titolo ’Nigredo. Etica ed estetica del nero’ nell’opera di Anselm Kiefer. ’Invasioni’, dalle 20, si sposta nel cortile di Palazzo Strozzi con la selezione musicale a tema, curata da Controradio, che seguirà in diretta l’iniziativa. Sempre qui, nel Cortile, si prosegue alle 20,45 con ’Cantando si va alla guerra’, della Compagnia Krypton di e con Fulvio Cauteruccio, con la voce narrante di Flavia Pezzo e le musiche dal vivo di Peppe Voltarelli. Alle 21,30 un estratto dal concerto ’Memoria parla, consolante’ con Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli e Andrea Salvadori.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro