Il sindacato Osapp: “Ancora una rissa nel carcere di Sollicciano, due agenti feriti. Situazione esplosiva”

Parla il segretario generale: “Mancano interventi risolutivi da parte delle autorità penitenziarie regionali e centrali”

Il carcere di Sollicciano

Il carcere di Sollicciano

Firenze, 5 febbraio 2024 – Ancora tensione nel carcere fiorentino di Sollicciano, secondo quanto riferito da Leo Beneduci, segretario generale del sindacato Osapp. «Nel carcere di Firenze-Sollicciano questo pomeriggio (lunedì 5 febbraio, ndr) verso le ore 18 c'è stato un litigio tra detenuti albanesi e nigeriani che ha determinato un'emergenza successiva e un incendio nella settima sezione, dove detenuti nigeriani e di altre nazionalità hanno cercato di forzare il cancello dell'atrio e hanno rotto un plexiglass di protezione. Due poliziotti penitenziari hanno riportato lesioni in conseguenza dei disordini», dice Beneduci.

«Con notevoli difficoltà sono stati ristabiliti l'ordine e la sicurezza interni e la chiusura delle celle in settima sezione», aggiunge. «Anche dagli altri istituti di pena sono intervenuti contingenti di Polizia penitenziaria di rinforzo, ma la situazione del carcere fiorentino, non nuovo a simili episodi nell'ultimo periodo, rimane esplosiva, soprattutto nella perdurante assenza di interventi risolutivi da parte delle autorità penitenziarie regionali e centrali»