Gasparri offeso al Roma Pride per il caso Careggi, il senatore: “Una medaglia essere insultato”

Insulti innescati dal caso sollevato dal senatore forzista sul centro di disforia di genere di Careggi, in particolare sull'uso della triptorelina

Il Pride a Roma, in piazza anche le bandiere della Palestina

Il Pride a Roma, in piazza anche le bandiere della Palestina

Roma, 15 giugno 2024 – Insulti rivolti alla presidente del consiglio Giorgia Meloni e al presidente dei senatori di Forza Italia, Maurizio Gasparri, durante il Roma Pride di oggi, 15 giugno. Le offese rivolte ai politici sono innescate dal caso sollevato dal senatore forzista sul centro di disforia di genere di Careggi, in particolare sull'uso della triptorelina, il farmaco che sospende lo sviluppo puberale. "Oggi, durante la manifestazione degli omosessuali a Roma, Giorgia Meloni e il sottoscritto siamo stati pesantemente insultati a causa dell'impegno sul tema dell'uso e dell'abuso di farmaci per bloccare la pubertà dei bambini – ha commentato il senatore-. Considero una medaglia d'oro essere insultato da persone che reputano legittima la manipolazione con farmaci su bambini di dieci e undici anni senza rispetto delle regole stabilite dall'Aifa e dal Comitato bioetico. C'è chi vuole rendere i bambini schiavi dei farmaci e chi difende la libertà delle famiglie, dei bambini, della vita senza nessuna discriminazione sessuale, ma senza nessuna manipolazione farmacologica. C'è chi è allievo del dottor Mengele come loro, e chi difende la vita in tutte le sue forme, come me e Giorgia Meloni. Rispetto tutte le diversità, ma non questi interventi sui bambini. Il vero orgoglio è quello di essere italiani, a difesa delle tradizioni, della famiglia e dei bambini da non trasformare con farmaci, "