Emergenza casa, Nardella attacca il Governo: “Zero euro in manovra”

Il sindaco di Firenze torna a parlare di una questione particolarmente calda

Nardella critica le scelte del Governo (foto Ansa)

Cartelli per pubblicizzare appartamenti in affitto in una agenzia immobiliare, Genova, 03 ottobre 022 ANSA/LUCA ZENNARO

Firenze, 28 dicembre 2023 - "La cosa più grave" del governo Meloni "è il fatto che sono stati presi impegni ma non sono stati portati in fondo. Mi viene in mente la manovra: doveva essere a favore delle persone in difficoltà e invece non c'è stato niente di tutto questo. Nelle città abbiamo il problema dell'emergenza abitativa, non è stato messo un euro sul problema della casa", "questa manovra fa debito".

Lo ha dichiarato il sindaco di Firenze Dario Nardella, in collegamento con Tagadà su La7. Nardella ha ricordato che ci sono "2,5 milioni di famiglie in Italia che spendono più del 40% del loro reddito per la casa. Gli affitti sono aumentati in questo anno in media di 500 euro all'anno, il fondo per il contributo affitti per morosità incolpevole è stato azzerato con la manovra dell'anno scorso ed è rimasto a zero anche oggi. Non c'è un euro sul patrimonio abitativo del nostro Paese. Salvini ha annunciato nel 2027 100 milioni di euro che sono praticamente una mancia rispetto al fabbisogno".

Il sindaco ha detto che poi il governo si era impegnato "ad aiutare le famiglie, ma si aiutano le donne aumentando l'Iva sugli assorbenti? Credo di no. La manovra è l'esempio degli impegni non realizzati". "Mi fa sorridere, anzi mi dovrebbe far piangere il fatto che il ministro Giorgetti dica che il problema è il debito - ha spiegato -. E lo dice nei giorni in cui il governo ha portato in Parlamento l'approvazione di una manovra che per due terzi fa debito, è una grande contraddizione". Il Mes, ha infine affermato il sindaco, "è diventato un caso di isolamento dell'Italia rispetto a tutti gli altri paesi europei".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro