Blitz della Finanza. A Rifredi e Sesto i magazzini della coca

Cinque misure cautelari nei confronti di trafficanti albanesi e rumeni. Caccia a un sesto soggetto, forse in fuga.

Blitz della Finanza. A Rifredi e Sesto i magazzini della coca

Blitz della Finanza. A Rifredi e Sesto i magazzini della coca

FIRENZE

Chili e chili di droga, stoccati tra Rifredi e Sesto Fiorentino, nelle mani di trafficanti “all’ingrosso“ di nazionalità albanese e rumena. Un cartello internazionale a cui i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze e Prato, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica - Direzione Distrettuale Antimafia - di Firenze, hanno inferto un duro colpo con l’esecuzione di cinque ordini di custodia cautelare, di cui 2 in carcere e 3 ai domiciliari.

Un sesto soggetto, destinatario di perquisizione, non è stato trovato presso il proprio domicilio: il sospetto è che possa essere riparato all’estero.

Le attività investigative, portate avanti dalle fiamme gialle fiorentine nell’ambito di un’operazione coordinata dal pubblico ministero Leopoldo De Gregorio, hanno disvelato l’esistenza di una presunta organizzazione criminale, la quale aveva stabilito la base operativa a Prato, capace di far giungere nel circondario fiorentino - soprattutto nelle zone di Sesto, Rifredi e Novoli - ingenti quantitativi di cocaina, hashish e marijuana per poi rivenderlo in tutta la regione.

Il sodalizio criminale, secondo quanto ricostruito, era strutturato in modo tale da curare ogni singola fase: dall’approvvigionamento della sostanza stupefacente, al trasporto, nonché alla lavorazione della droga al minuto spaccio.

L’organizzazione ha nel tempo dimostrato una forte stabilità continuando a rimanere fortemente attiva anche a seguito di diversi arresti e sequestri subiti. Nel corso delle indagini sono state infatti tratte in arresto in flagranza di reato 2 persone e sottoposti a sequestro complessivamente oltre 5 chilogrammi di cocaina, 100 chilogrammi di marijuana e di hashish, 676mila euro in contanti, 2 pistole, oltre 500 cartucce calibro 9x21.

ste.bro.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro