ALESSANDRO LATINI
Cronaca

Fiorentina in finale di Conference League, la notte degli Dei: in Grecia 9.400 biglietti. In città parte la caccia

Scoppia l’euforia dei tifosi dopo la conquista della seconda finale a Bruges. All’Agia Sophia il doppio dei ticket disponibili rispetto a Praga. Il vademecum

Firenze, 10 maggio 2024 – Arrivare ad Atene con qualsiasi mezzo. Anche (in alcuni casi) a qualsiasi costo. Contestualmente scatterà la caccia al biglietto.

Partiamo con le certezze. Rispetto allo scorso anno l’impianto che ospiterà la finale è più grande. Se all’Eden Arena di Praga furono circa 5.000 i biglietti a disposizione dei tifosi viola, all’Agia Sophia di Atene (stadio dell’AEK) saranno quasi il doppio, ovvero 9.400 circa.

Il numero è di fatto già ufficiale. Tanti sono i tagliandi destinati alle due tifoserie, a fronte di una capienza complessiva di circa 32.000 posti a sedere. Il resto sarà diviso tra spettatori neutrali, ospiti e sponsor.

La Uefa nelle scorse settimane ha già messo in vendita alcuni biglietti per tutte e tre le finali delle competizioni per club. I tagliandi si potevano comprare fino a metà aprile sul sito dedicato. Oggi la vendita è naturalmente chiusa.

Come accaduto anche lo scorso anno, la maggior parte dei biglietti è riservata ai tifosi delle squadre partecipanti e al pubblico generico, e i biglietti per questi ultimi non saranno venduti sulla base dell’ordine di richiesta, ma tramite una lotteria che verrà effettuata dopo la fine del periodo di candidatura.

I biglietti disponibili nella categoria più economica, "Fans First", saranno esclusivamente riservati ai tifosi delle finaliste, e dunque anche ai sostenitori gigliati. La vendita sarà gestita direttamente dalla Fiorentina per quanto riguarda i propri tifosi. A stretto giro di posta il club viola comunicherà modalità e tempistiche, ma è scontato che la precedenza toccherà come sempre in questi casi agli abbonati del campionato. Una sorta di premio da parte del club per la fiducia concessa a inizio stagione.

I biglietti saranno poi distribuiti tramite l’applicazione Uefa Mobile Tickets alcuni giorni prima della partita (lo scorso anno ci fu qualche problema nelle prime fasi di vendita, i famosi ‘codici’ da trasformare in biglietti non arrivavano). I titolari dei tagliandi dovranno scaricare l’applicazione ufficiale, disponibile per gli utenti di Android e iPhone. L’app consente di gestire i biglietti virtuali in modo sicuro in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo.

Noti anche i prezzi. I tickets riservati ai tifosi delle due finaliste rientrano nella fascia "Fans First" e costeranno 25 euro. Poi, in base al settore più o meno prestigioso, si divideranno in tre categorie (45 euro, 85 euro, 125 euro). I biglietti per gli spettatori disabili costeranno anch’essi 25 euro. Tutti i biglietti saranno venduti al prezzo di "Fans First" e includono un biglietto omaggio per un accompagnatore.

Sulla falsariga dello scorso anno anche l’accoglienza ad Atene per le due tifoserie, che avranno ognuna la propria Fan Zone dedicata da utilizzare nelle ore che porteranno alla partita. Musica, intrattenimento, food and beverage non mancheranno. Così come saranno note le attività pubbliche (ad esempio il Media Day) nella settimana della partita. A questo ormai i tifosi della Fiorentina si sono abituati.

La speranza è soltanto una: cambiare il finale rispetto allo scorso anno. Il resto scorrerà via sulla falsariga di Praga, anche se stavolta (per fortuna) la Uefa ha scelto un impianto più capiente e i tifosi gigliati saranno sicuramente di più.

L’obiettivo delle associazioni dei tifosi è chiaro: portare ad Atene oltre 9.000 tifosi, tanti quanti sono i biglietti disponibili.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro