Firenze, inaugurato poliambulatorio solidale Auser a Montedomini

Offrirà assistenza gratuita e ascolto alle persone in difficoltà

Firenze, inaugurazione ambulatorio solidale Auser Montedomini

Firenze, inaugurazione ambulatorio solidale Auser Montedomini

Firenze, 6 aprile 2022 - Sarà attivo da domani, 7 aprile,  l’ambulatorio solidale Auser all’interno dell’Asp Firenze Montedomini, dove i cittadini fragili e in difficoltà riceveranno gratuitamente servizi di aiuto e ascolto. Servizi che nei mesi scorsi, a causa delle restrizioni per la pandemia, venivano offerti solo telefonicamente attraverso il teleconsulto. 

L’ambulatorio, realizzato dall’Auser Firenze in collaborazione con l’ordine dei medici e odontoiatri di Firenze e Osma onlus, ha l’obiettivo di ascoltare i problemi socio-sanitari delle persone, fornire suggerimenti utili da parte di specialisti competenti e dare informazioni sui servizi territoriali di prossimità. Quattro gli ambiti di attività: l’assistenza sociale, il supporto psicologico, la consulenza infermieristica su problematiche specifiche emerse nei colloqui con gli specialisti e la consulenza medica in varie discipline come la cardiologia, la dermatologia, la gastroenterologia, la ginecologia, la nefrologia e l’ipertensione arteriosa, la medicina generale con particolare riferimento agli stili di vita, la pediatria e l’urologia. 

Non verranno fatte diagnosi telefoniche né prescrizioni di farmaci. Le persone verranno invitate a fare sempre riferimento al proprio medico di medicina generale. All’inaugurazione presenti l’assessore a welfare e presidente della società della salute di Firenze Sara Funaro, il presidente e il direttore dell’ASP Firenze Montedomini Luigi Paccosi ed Emanuele Pellicanò, il direttore della società della salute di Firenze Marco Nerattini, il presidente di Auser Firenze Giovanni Dell’Olmo, la presidente dell’Auser territoriale di Firenze Giovanna Malgeri, il volontario Auser dott. Francesco Pizzarelli, che condivide col dott. Giuseppe Curatola la responsabilità medica del progetto, e la presidente della commissione sociale del Quartiere 1 Carmela Annibale.

Firenze, apertura di un ambulatorio solidale per gli indigenti (New Pressphoto)

"Questo ambulatorio offre un servizio importante alla fascia più fragile della popolazione - ha detto l’assessore Funaro -, grazie alla collaborazione tra pubblico e privato. L’apertura dell’ambulatorio è frutto di un grande lavoro di squadra e averlo all'interno di Montedomini, l'istituzione simbolo non solo per gli anziani ma anche per le persone fragili, è segno di una grande attenzione per la fascia di cittadini più in difficoltà". 

Per il presidente Auser Firenze Dell'Olmo: "Questo ambulatorio è dedicato alle persone in difficoltà, che grazie a questo nuovo servizio possono ricevere consigli e avere la possibilità di fare alcune visite specialistiche, che altrimenti non potrebbero avere la possibilità di fare. Con i servizi che offriamo non vogliamo sostituirci a nessuno e invitiamo le persone a rivolgersi al proprio medico di famiglia". 

"È una bella iniziativa - ha detto il presidente di Montedomini Paccosi - che rafforza la collaborazione tra Montedomini e Auser Firenze, che ha qui da noi la propria sede. Quando alcuni medici dell'associazione ci hanno proposto di aprire da noi questo ambulatorio abbiamo accolto con entusiasmo l'idea. Abbiamo contributo con gioia a far sì che il servizio potesse essere aperto alla cittadinanza, orientando sempre più Montedomini verso una cittadella del volontariato”.

Orari e prenotazioni

L’ambulatorio sarà aperto il martedì dalle 9 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 18. Per prenotare un colloquio con gli specialisti è possibile presentarsi direttamente oppure chiamare il numero dedicato 3457357711 negli orari di apertura o inviare una mail a [email protected]. Finché è in vigore l’attuale normativa anti Covid, l’accesso all’ambulatorio sarà consentito esibendo il Green pass. Il progetto Auser Firenze ambulatorio solidale ha mosso i suoi primi passi nel 2019, anno in cui partecipò a bandi della Regione Toscana e della Fondazione CR Firenze.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro