Meteo, stop all’estate africana: arriva la burrasca di fine agosto. Le zone colpite

L’anticiclone africano ha i giorni contati. Tutto sta per cambiare. Ecco quando

Dopo il grande caldo, sono previsti forti temporali anche in Toscana
Dopo il grande caldo, sono previsti forti temporali anche in Toscana

Firenze, 24 agosto 2023 – La Toscana, come del resto tutta Italia, è nella morsa di un caldo eccezionale.Basti pensare che nella giornata del 23 agosto sono stati registrati 42.5 gradi a Castelmartini, nel Pistoiese, un record storico

Queste sono le ultime ‘scintille’ dell’anticiclone africano Nerone che ha davvero i giorni contati. Il caldo sahariano che in questi giorni ha battuto alcuni record sia di temperatura che di zero termico, sta per subire lo scacco matto a opera del ciclone Poppea.

Il meteorologo Antonio Sanò non ha più dubbi. “L'avvento del ciclone Poppea porrà fine all'estate africana che a più riprese ha mandato quasi in tilt i termometri di molte città”.

Caldo, quanto durerà?  

Ma cerchiamo di capire cosa succederà nei prossimi giorni. Fino a sabato 26 l'anticiclone Nerone dominerà incontrastato il nostro Paese e anzi, darà il meglio di sé (o il peggio a seconda dei casi). Le temperature massime saliranno ulteriormente di qualche grado e così i 39-40 gradi potrebbero essere raggiunti o ancora registrati su molte città del Centro-Nord come ad esempio Firenze, Prato, Arezzo, Bologna, Pavia, Mantova, Alessandria, fino a 37-38 gradi a Roma, Milano, Padova, Bolzano, in Sardegna e su alcune zone del Sud (tarantino, costa lucana, casertano, siracusano).

Afa notturna

Il caldo continuerà poi anche di notte quando i valori rimarranno prossimi ai 30-31 gradi almeno fino a mezzanotte per poi calare di qualche grado. 

Quando caleranno le temperature

Questa situazione comincerà a cambiare già da sabato; in questa giornata le temperature inizieranno a calare, anche se di poco e aria fresca dall'Atlantico comincerà ad addossarsi alle Alpi generando forti temporali che verso sera potrebbero raggiungere anche le zone pianeggianti di Piemonte e Lombardia.

Questo sarà l'antipasto di quello che succederà nei giorni successivi. Domenica 27 il ciclone Poppea, attivo sulle Isole Britanniche, inizierà a scendere di latitudine scalfendo così la parte più settentrionale dello scudo dell'anticiclone Nerone. I temporali si faranno via via più frequenti al Nordovest e in serata potranno raggiungere anche il Triveneto.

Ma il peggio dovrà ancora arrivare. Nel corso di lunedì 28 il ciclone Poppea farà irruzione sul bacino del Mediterraneo posizionandosi sul golfo di Genova e muovendosi lentamente verso il medio alto Adriatico. Si verrà a creare così una situazione meteorologica potenzialmente pericolosa per l'Italia. Temporali violenti con nubifragi, grandine di grosse dimensione e forti raffiche di vento potranno colpire gran parte delle regioni centro-settentrionali, nessuna esclusa.

Torna la neve sopra i 2400 metri

L'aria fresca in arrivo farà crollare lo zero termico fin verso i 2800/3000m (ricordate il record di 5320?) cosicché la neve potrà scendere fin sopra i 2400-2700 metri.

Il vento, a tratti impetuoso, spazzerà via in un battibaleno la canicola africana provocando un tracollo delle temperature che potrebbero perdere anche 15- 20°C rispetto a questi giorni. Con l'arrivo di Poppea l'estate africana subirà il definitivo stop. 

Previsioni meteo Toscana

Previsioni meteo a cura del consorzio Lamma:

Venerdì 25 agosto: sereno o poco nuvoloso, salvo locali nubi basse mattutine in prossimità della costa e modesti addensamenti cumuliformi sui rilievi nel corso del pomeriggio. Venti: deboli occidentali. Mari: poco mossi. Temperature: massime in lieve calo, con massime fino a 37-39°C nelle pianure interne. Tassi di umidità contenuti nell'interno, in aumento lungo la fascia costiera.

Sabato 26 agosto: sereno o poco nuvoloso. Venti: deboli da sud, sud-ovest con rinforzi sui rilievi e sottovento ad essi. Mari: poco mossi. Temperature: in calo di un paio di gradi sulle zone interne, sia nei valori minimi che massimi. Punte di 34-36 gradi nella pianure più interne della regione (valori ancora di 2-4 gradi superiori alla norma). 

Domenica 27: poco nuvoloso per transito di velature e temporanei addensamenti di tipo basso in prossimità del litorale. Venti: deboli meridionali con locali rinforzi. Mari: poco mossi tendenti a mossi. Temperature: in ulteriore lieve diminuzione. Punte di 32-35°C nelle pianure interne e generale aumento dei tassi di umidità.

Lunedì 28: molto nuvoloso con rovesci e temporali in estensione dalla costa alle zone interne. I fenomeni potranno risultare intensi ed associato a forti colpi di vento e grandinate. Venti: sud occidentali, forti sula costa e rilievi, moderati nell'interno. Mari: molto mossi. Temperature: stazionarie le minime, in netto calo le massime, non oltre 28-29 gradi (valori di 2-3 gradi inferiori alla norma).