Firenze, 20 dicembre 2020 - Come aveva anticipato questa mattina il governatore della Toscana Eugenio Giani i nuovi casi di coronavirus di oggi, domenica 20 dicembre sono 483 in più rispetto a ieri. L'età media dei nuovi positivi è di 48 anni circa). Si registrano 24 decessi. QUI IL BOLLETTINO COMPLETO

I guariti crescono dello 0,7% e raggiungono quota 99.538 (86% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.790.932, 10.922 in più rispetto a ieri, di cui il 4,4% positivo. Sono invece 3.935 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 12,3% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 2.013 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 12.806, -1,7% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.150 (37 in meno rispetto a ieri), di cui 187 in terapia intensiva (2 in meno).

Oggi si registrano 24 nuovi decessi: 12 uomini e 12 donne con un'età media di 80,3 anni.
Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 6 a Firenze, 4 a Prato, 1 a Pistoia, 5 a Massa Carrara, 1 a Lucca, 2 a Pisa, 3 a Livorno, 1 a Siena, 1 a Grosseto.

su 10.922 tamponi molecolari e 2.013 test rapidi effettuati". "Una piccola principessa al Meyer ha voluto dedicare un pensiero al personale ospedaliero, un'immagine bellissima - ha aggiunto Giani pubblicando la foto di una bambina di spalle intenta a scrivere qualcosa su un muro dell'ospedale pediatrico di Firenze - 'Anche tu puoi dire grazie' e' una bacheca che abbiamo affisso in ogni ospedale della Toscana per ringraziare chi combatte da mesi in prima linea: grazie a tutte le donne e uomini del nostro insostituibile sistema sanitario! Toscana si cura", conclude Giani.

Intanto la Toscana,  anche se solo per quattro giorni, da oggi è in zona gialla, quella con minori restrizioni nella lotta alla pandemia di Covid 19. Da giovedì 24 al 7 gennaio scatterà la zona rossa nei festivi e prefestivi e quella arancione nei giorni feriali. 

Italia zona rossa nei festivi e prefestivi, Natale blindato / Decreto Natale, il testo in pdf / Il bollettino completo del 19 dicembre: stabili i ricoveri / Covid Toscana, la percentuale dei positivi sul totale dei tamponi

Bollettino 18 dicembre / Bollettino 17 dicembre / Bollettino 16 dicembre

Covid. Il Palio di Fucecchio 2021 non si correrà a maggio

La decisione è stata presa nell'assemblea organizzativa. SI lavora per individuare le date alternative. QUI L'ARTICOLO

Il governatore Giani anticipa i dati del 20 dicembre

Il governatore della Toscana Eugenio Giani anticipa sulla sua pagina Facebook i nuovi casi di coronavirus di oggi, domenica 20 dicembre: "Sono 483 su 10.922 tamponi molecolari e 2.013 test rapidi effettuati". "Una piccola principessa al Meyer ha voluto dedicare un pensiero al personale ospedaliero, un'immagine bellissima - ha aggiunto Giani pubblicando la foto di una bambina di spalle intenta a scrivere qualcosa su un muro dell'ospedale pediatrico di Firenze - 'Anche tu puoi dire grazie' e' una bacheca che abbiamo affisso in ogni ospedale della Toscana per ringraziare chi combatte da mesi in prima linea: grazie a tutte le donne e uomini del nostro insostituibile sistema sanitario! Toscana si cura", conclude Giani.

Covid Siena, il virus entra alla rsa Campansi. Dieci contagiati

Si tratta di 9 anziani ospiti e un operatore sanitario, positivi e asintomatici. QUI L'ARTICOLO

Covid Empolese Valdelsa, il virus uccide 46enne. E’ la vittima più giovane

E' successo a Montelupo Fiorentino. QUI L'ARTICOLO

Focolaio in una Rsa del Senese: 11 positivi

Focolaio alla Rsa 'Pietro di Domenico' di Siena. Dopo un primo caso di positività al Covid-19 riscontrato nei giorni scorsi in un ospite della struttura, è stato eseguito un monitoraggio straordinario che ha evidenziato altri tamponi positivi: contagiati un operatore sanitario e di 9 ospiti. QUI L'ARTICOLO

Giani e i dati del 19 dicembre: l'anticipazione sui dati

"I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 540 su 11.028 tamponi molecolari e 4.736 test rapidi effettuati". Lo annuncia su Facebook il presidente della Toscana, Eugenio Giani, anticipando il dato del bollettino regionale sull'andamento dell'epidemia di coronavirus. Nel post Giani pubblica una fotografia di Castiglion Fiorentino (Arezzo) scattata dall'alto, e scrive: "A Castiglion Fiorentino spicca dall'alto 'L'Abbraccio' dell'artista Giuliano Macca. Un'opera che esprime al meglio la speranza che abbiamo nel cuore: tornare ad abbracciarci liberamente. Per farlo al più presto però dobbiamo continuare a lottare contro il Covid mantenendo distanze e mascherina".

"C'è un'ampia scorta di siringhe per i vaccini covid?"

"Nel giro di poco tempo, ormai arriveranno anche nella nostra regione le prime dosi del vaccino anti- Covid e di ciò non possiamo, ovviamente, che rallegrarci. Ci auguriamo, però, parimenti che ci sia a disposizione anche un adeguato numero di siringhe per iniettare il farmaco; sarebbe, infatti, davvero clamoroso ed inaccettabile che non si potesse, infatti, vaccinare tutte quelle persone che primariamente ne hanno diritto". Lo afferma Elisa Montemagni, Capogruppo in Consiglio regionale Toscana della Lega.

Altro boom di richieste di vaccini covid

Sono 128.547 le prenotazioni per il vaccino anti Covid, registrate sul portale regionale, da parte di operatori sanitari, dipendenti e ospiti delle rsa: lo annuncia la Regione Toscana dopo la chiusura dei termini per le prenotazioni inizialmente fissata per il 12 di oggi e poi rimandata alle 17 per l'alto numero di adesioni. Il dato, si spiega, è stato comunicato al commissario Domenico Arcuri, che nei giorni scorsi aveva chiesto a tutte le Regioni italiane una prima ricognizione del fabbisogno del vaccino. La Regione ha anche individuato i 12 ospedali provinciali da usare per l'avvio della campagna vaccinale: Aou Careggi, ospedale nuovo San Giovanni di Dio a Firenze; ospedale San Iacopo a Pistoia; ospedale Santo Stefano a Prato; ospedale San Giuseppe a Empoli; Aou Pisana; ospedale di Livorno; presidio ospedaliero San Luca di Lucca; ospedale delle Apuane a Massa; Aou Senese; ospedale San Donato di Arezzo e ospedale della Misericordia di Grosseto.

Chiude area intensiva covid ospedale Nottola

L'ospedale di Nottola (Montepulciano, Siena) ha chiuso il reparto di terapia intensiva destinato ai pazienti Covid, che era stato aperto lo scorso primo novembre con una disponibilità di sei posti letto a supporto dell'ospedale San Donato di Arezzo. È quanto annunciato in una nota dall' Azienda Usl Toscana Sud Est. Dopo poco più di un mese e mezzo sono venute meno le esigenze che ne avevano determinato la costituzione, messa in pratica grazie a un notevole sforzo organizzativo con lo spostamento in altra area dell'ospedale dell'attività cardiologica, prosegue l'Azienda sanitaria. Il ripristino completo della situazione antecedente all'apertura del reparto Covid sarà garantito nel tempo più rapido possibile, rispettando i tempi tecnici necessari a una sanificazione degli ambienti e al riallestimento di tutte le attività coinvolte dall'operazione.

Chiude area covid ospedale Pescia

Giani ricorda anche che «oggi chiude l'area dedicata ai pazienti Covid all'ospedale Cosma e Damiano di Pescia (Pistoia). I 25 posti letto torneranno a disposizione della Medicina Interna. Un altro ospedale rientra nelle sue funzioni originarie, continuiamo a mantenere un comportamento responsabile per limitare il rischio di diffusione del virus».

Intanto domenica 20 dicembre la Toscana sarà finalmente in zona gialla (quella con le minori restrizioni per contenere la pandemia di Covid 19), anche se solo per pochi giorni visto che si profila la zona rossa a livello nazionale nei giorni intorno a Natale e Capodanno.

Toscana zona gialla, è ufficiale: l'Rt è crollato a 0.68, i dati del Cts

"Entro l'estate toscani vaccinati"

Parla l'assessore regionale alla sanità, Bezzini QUI L'ARTICOLO

Iacopo Melio: "Sono positivo al Covid"

L'annuncio su Facebook del consigliere regionale: ""Se mi sono ammalato io che non esco da un anno, e che vivo in una famiglia estremamente attenta e isolata dagli altri, davvero può capitare a chiunque". QUI L'ARTICOLO

Il bando per la stanza degli abbracci

È aperto fino al 28 dicembre il bando della Società della Salute che consentirà alle 36 Rsa fiorentine di dotarsi della 'stanza degli abbraccì, un modo per permettere incontri in sicurezza (e dunque anti Covid) tra anziani e famigliari. «Il nemico più grande dopo il virus è la solitudine - ha scritto sul Twitter il sindaco Dario Nardella -. Per questo con la Società della Salute abbiamo creato un bando per la creazione di 'stanze degli abbraccì in tutte le Rsa di Firenze. Luoghi sicuri dove amore e affetto vincono la sensazione di abbandono. Vi piace l'idea?». La stanza è una tenda gonfiabile, dotata di due ingressi, una per i famigliari e l'altra per gli anziani, con al centro una parete di plastica in modo tale che ci siano tutte le sicurezze sanitarie del caso.

Un dispositivo toscano dirà se si ha linfluenza o il Covid

Covid-19 o influenza? Un nuovo test molecolare fornisce una diagnosi immediata. È quanto assicura Menarini Diagnostics che ha introdotto il nuovo esame: secondo quanto spiega il gruppo farmaceutico fiorentino, in 20 minuti il test riesce a identificare, con un unico esame diagnostico e un unico tampone, se il paziente che presenta sintomi come febbre, tosse o raffreddore, è positivo al Covid-19 o se ha contratto l'influenza di tipo A o B. Il test, spiega ancor l'azienda, si effettua sulla piattaforma VitaPcr, lo strumento 'portatilè (Point of Care) usato principalmente per la diagnosi molecolare del Covid-19, distribuito dallo scorso aprile da Menarini Diagnostics e già in uso in centinaia di strutture europee con oltre 1.400 unità.

Comunicate le modalità dell'arrivo del vaccino covid in Toscana

«Il commissario straordinario Domenico Arcuri mi ha comunicato l'arrivo e le modalità delle prime 116.240 dosi contingentate di vaccino anticovid». Lo annuncia il presidente della Toscana, Eugenio Giani, in un post su Facebook. Il governatore ha poi aggiunto che sono già «più di 67mila le richieste di prenotazione già arrivate sul portale regionale tra operatori sanitari e ospiti delle Rsa» per il vaccino anti Covid. «Continuiamo decisi nella lotta alla pandemia - conclude Giani - per rendere la #ToscanasiCura».

Chiude il reparto covid di Pescia

Chiude il setting Covid19 all'ospedale di Pescia (Pistoia). I 25 posti letto aperti lo scorso 12 novembre, ricavati all'interno del setting di Medicina Interna, tornano alla loro funzione originaria e saranno nuovamente operativi. In queste settimane anche l'ospedale di Pescia è stato dedicato al ricovero dei casi Covid-19, in particolare per contribuire a rafforzare la rete ospedaliera dell'Azienda Usl Toscana centro nella seconda fase dell'emergenza.

Sei positivi in una Rsa di Monte San Quirico

Contagiati quattro ospiti e due operatori nella struttura in provincia di Lucca. QUI L'ARTICOLO

"Germi multiresistenti, pandemia sommersa"

Il professor Menichetti da anni si occupa di sepsi da germi multiresistenti: "Sono la causa di molti decessi dei malati Covid. E non solo". QUI L'ARTICOLO