Coronavirus Toscana e Italia 15 febbraio: si abbassa l'età media, i dati del bollettino

A livello regionale in Toscana si registrano 428 positivi in più. Il 19% dei nuovi casi ha meno di 20 anni. Ricoveri, lieve aumento

L'andamento giornaliero dei nuovi positivi in Toscana
L'andamento giornaliero dei nuovi positivi in Toscana

Firenze, 15 febbraio 2021 - Sono 428 i nuovi positivi da coronavirus in Toscana nella giornata di lunedì 15 febbraio. Lo indica la Regione nel consueto bollettino. Monitoraggio continuo anche sui dati italiani in una giornata, quella di lunedì, che tradizionalmente segna una frenata dei nuovi casi per il minor numero di tamponi che vengono processati.

Covid Toscana, rischio arancione fino a metà marzo

Toscana, il tasso di positivi sui tamponi giornalieri: la tabella

Sono 7351 i nuovi contagi in Italia

Sono 7.351 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 11.068) a fronte di 179.278 tamponi effettuati, determinando un tasso di positività del 4,1%. E' quanto riporta il bollettino del ministero della Salute. I decessi sono stati 258 nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 221 registrati ieri.

Preoccupa la variante inglese: "Rafforzare misure"

"La diffusione di varianti a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguata". E' quanto si legge nella relazione tecnica dell'Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute sull'indagine rapida condotta nei giorni scorsi, da cui è emersa una diffusione della variante inglese in Italia che già sfiora il 20% dei casi totali. "Considerata la circolazione nelle diverse aree del Paese - sottolinea il documento - si raccomanda di intervenire al fine di contenere e rallentare la diffusione della variante UK rafforzando/innalzando le misure in tutto il Paese e modulandole ulteriormente laddove piu' elevata e' la circolazione, inibendo in ogni caso ulteriori rilasci delle attuali misure in atto". La variante inglese, scrivono gli esperti, "e' diffusa nell'88% delle Regioni partecipanti allo studio con percentuali rispetto ai casi totali che vanno fino al 59% in alcune aree".

image

Notevole in questo senso il calo anche in Toscana, con circa 300 casi in meno rispetto a domenica 14 febbraio. In Toscana in questo lunedì 15 febbraio si contano anche 18 morti. 

Cosa si può fare in zona arancione

Toscana, la mappa del contagio

Sono 39.781 i casi complessivi ad oggi a Firenze (87 in più rispetto a ieri), 12.099 a Prato (39 in più), 12.556 a Pistoia (63 in più), 9.172 a Massa (43 in più), 14.714 a Lucca (56 in più), 19.067 a Pisa (47 in più), 11.187 a Livorno (48 in più), 12.895 ad Arezzo (17 in più), 6.963 a Siena (25 in più), 4.814 a Grosseto (3 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 199 i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 184 nella Nord Ovest, 45 nella Sud est.

image

Toscana, si abbassa l'età media

L'età media dei 428 nuovi positivi odierni è di 43 anni circa (il 19% ha meno di 20 anni, il 26% tra 20 e 39 anni, il 29% tra 40 e 59 anni, il 21% tra 60 e 79 anni, il 5% ha 80 anni o più).

Toscana, leggera risalita dei ricoveri

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 845 (22 in più rispetto a ieri), 132 in terapia intensiva (2 in più rispetto a ieri).

image

Toscana, ci sono 18 decessi

Oggi si registrano 18 nuovi decessi: 7 uomini e 11 donne con un'età media di 83,5 anniRelativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 8 a Firenze, 1 a Prato, 1 a Massa Carrara, 2 a Pisa, 1 a Livorno, 4 a Siena, 1 a Grosseto.

Tamponi in un giorno oltre quota 7mila

Oggi sono stati eseguiti 5.225 tamponi molecolari e 2.459 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5,6% è risultato positivo. Sono invece 4.455 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 9,6% è risultato positivo.

image

Vaccinazioni in Toscana verso quota 200mila

Alle 12 di lunedì 15 febbraio sono state effettuate complessivamente in Toscana 194.376 vaccinazioni, 8.933 in più rispetto a ieri (+4,8%).

Covid, verso un passaporto vaccinale?

Una sorta di ''passaporto vaccinale'', per favorire la mobilità internazionale dopo la pandemia da coronavirus. Ne ha parlato l'inviato speciale dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) per l'emergenza coronavirus, David Nabarro, intervistato da Sky News. ''Sono assolutamente certo che nei prossimi mesi avremo molto movimento e ritengo senza dubbio importante che ci sia una sorta di certificato vaccinale per facilitare le condizioni di spostamento per le persone'', ha detto. I Paesi, ha proseguito, potranno inoltre creare delle ''bolle'' con altre località che rispettano gli stessi standard di restrizioni e di vaccinazioni.

Pregliasco: "Velocizzare vaccinazioni, la gente non ce la fa più"

"Adesso, quello che bisogna fare soprattutto è velocizzare la vaccinazione. Perché la gente non ce la fa più". Suona come un appello quello lanciato dal virologo dell'università degli Studi di Milano Fabrizio Pregliasco. L'esperto sottolinea la necessità di "non allentare le misure né di abbassare la guardia"ora, perché "siamo sul filo di una lama" in questo momento con l'epidemia di Sars-CoV-2. Ma invita anche a considerare "il disagio sociale" che incombe sulla riuscita delle misure di contenimento. Vaccinare in fretta è cruciale, osserva commentando all'Adnkronos Salute gli episodi di 'disobbedienza alle restrizioni', che si sono registrati in maniera sporadica in diversi punti del territorio nazionale.