Zara alla conquista di Corso Italia. Negozio della catena Pull and Bear prende il posto della Benetton

Un nuovo negozio della catana spagnola di moda giovane che fa capo al gruppo Inditex all’ex Renato. Prosegue l’invasione delle grandi catene della moda e dell’abbigliamento nel centro cittadino.

Zara alla conquista di Corso Italia. Negozio della catena Pull and Bear prende il posto della Benetton

Zara alla conquista di Corso Italia. Negozio della catena Pull and Bear prende il posto della Benetton

Il gruppo Zara si allarga ed entra a gamba tesa nel Corso. Sta per sbarcare nella principale via dello shopping aretino il nuovo negozio del marchio Pull and Bear. La catena dell’abbigliamento aprirà al posto di Benetton che ha appena chiuso i battenti dopo una svendita totale. A riempire quei grandissimi spazi che per molti anni sono stati proprio di Benetton, prima in franchising e poi gestiti direttamente dal gruppo, una volta passati i tempi tecnici necessari per l’allestimento del nuovo negozio, sarà un’altra insegna del gruppo spagnolo Inditex. Lo stesso a cui fanno capo anche Zara e Stradivarius già presenti in città.

Si tratta così della terza vetrina nel Corso dello stesso gruppo. Sta per arrivare ad Arezzo come già successo in molte altre città italiane, Pull and Bear: negozio di abbigliamento casual per giovani tra i 13 e i 25 anni. Inizialmente solo maschile, in un secondo momento è stata inserita anche la collezione femminile nella proposta moda di questo brand. Gli abiti della catena andranno a riempire dandogli nuova vita, i tre piani lasciati vuoti da Benetton. Si tratta appunto della terza insegna del Gruppo Inditex la famiglia composta dai sette marchi commerciali: Zara, Zara Home, Pull&Bear, Massimo Dutti, Bershka, Stradivarius e Oysho. Le loro collezioni sono presenti in oltre 200 mercati, grazie ad una piattaforma commerciale integrata e globale. Pull and Bear, catena spagnola di negozi di moda introdotta nel 1991 da Inditex, fa parte così proprio dello stesso gruppo di Zara. La maggior parte dei negozi con questo marchio si trova in Spagna (ce ne sono 12 a Barcellona e 16 a Madrid). Ma Pull and Bear opera anche in altri paesi d’Europa e del mondo.

La nuova vetrina che si accenderà ad Arezzo arriva per riempire l’ennesimo palazzo storico della città rimasto vuoto. Così come accaduto qualche anno fa con Stradivarius che si era insediato nei locali dell’ex banca Toscana che affacciano anche su via Roma col suo abbigliamento rivolto al pubblico femminile giovane, tra i 20 e i 30 anni. Ma a fare da apripista era stata Zara, il marchio principale della catena Inditex che in piazza San Jacopo ha dato nuova vita ai locali che erano stati dell’ex Bar Cristallo, riempiendo tre piani e tantissime vetrine con i suoi abiti e prodotti moda per donna, uomo e bambino.

Con l’arrivo di Pull & Bear segna il terzo colpo in centro il gruppo Inditex S.A. (Industria de Diseño Textil Sociedad Anónima) la multinazionale spagnola dedicata all’abbigliamento e alla moda con sede a Arteixo, in Galizia fondata da Amancio Ortega, ex presidente della società e uno degli uomini più ricchi del mondo e dalla prima moglie, Rosalía Mera, quotata dal 2001 alla Borsa di Madrid. E il Corso si conferma quartier generale delle grandi catene di moda e abbigliamento che negli ultimi anni hanno invaso il centro a scapito dei negozi storici.