Un ponte su 10 è critico. Via al piano di emergenza deciso dalla Provincia. C’è anche Pratantico

Interventi previsti su 56 "guadi" sugli oltre 700 gestiti dall’ente. Ma sono quasi cento quelli monitorati con massima attenzione. La mappa completa delle opere, i tempi per lanciare i cantieri.

di Matteo Marzotti

AREZZO

Qualcosa come 25 milioni di euro di investimento, a cui aggiungere i 21 milioni in arrivo per il guardo definitivo a Ponte Buriano. Quello lanciato dalla Provincia più che un progetto sembra una maxi operazione denominata "Ponti sicuri". Operazione che tenendo conto degli oltre 1.200 km di strade, 771 ponti censiti - come ha ricordato Marco Morbidelli, consigliere provinciale delegato alla viabilità - interesserà 56 strutture. "Abbiamo deciso di attuare nel triennio 2024-2026 un investimento unico nel suo genere per la Toscana, in precedenza mai previsto, e finalizzato a garantire la sicurezza degli spostamenti lungo tutte le strade di proprietà provinciale e quelle in gestione dalla Regione - spiega il presidente della Provincia, Alessandro Polcri - Una società che pensa solo al nuovo e non mantiene l’esistente non è lungimirante".

La mappa del progetto come detto interessa 56 ponti sulle strade di competenza. Circa 4,3 milioni saranno investiti nel "reparto 1" vale a dire tra Arezzo e Valdichiana ovest. Un territorio che comprende anche il ponte sulla Stradaregionale 69 a Prantantico e altre sette strutture (otto in totaleI. Ecco poi 5,1 milioni di euro per il "reparto 2", il Valdarno dove in programma sono 13 interventi tra Bucine, Terranuova, Laterina, Cavriglia e Montevarchi. Oltre 4,2 milioni di euro per la Valdichiana est (reparto 3) con 12 ponti interessati. Tra questi spiccano soprattutto quelli sulla provinciale 27 di Montecchio, a Castiglion Fiorentino, e quelli in loicalità Porto a Cesa. Due infrastrutture che fungono da collegamento tra "due sponde" della vallata. Proseguendo il viaggio ecco 3,1 milioni di euro per la Valtiberina, per otto ponti, quindi oltre 6,2 milioni di euro per il Casentino con 15 ponti interessati.

"I finanziamenti reperiti provengono da fondi ministeriali, regionali e da fondi provinciali" aggiunge Polcri. "Un lavoro importante - prosegue il consigliere provinciale Marco Morbidelli - Ricordo che il nostro ente gestisce circa 1.200 chilometri di strade dove insistono 771 ponti. Di questi 629 sono su strade provinciali e 142 su regionali. 97 sono quelli che necessitano di particolare attenzione e di questi, 56 appunto, saranno, come detto, oggetto di interventi". Un elenco che comprende i ponti di Pratantico, Palazzone (regionale 69) e per quello sul torrente Rassina (regionale 71) per i quali sono stati individuati 690mila euro per la progettazione e dalla Regione dovrebbero arrivare altri 6 milioni per la loro riqualificazione. I lavori che saranno eseguiti nascono da studi specifici su ciascuno degli attraversamenti. "Avevamo chiaro il quadro della situazione e pronti i progetti da finanziare - continua Morbidelli - perché le ispezioni eseguite tempestivamente su ponti e viadotti ci hanno permesso di individuare le criticità e pianificare le priorità di intervento. Ringrazio per questo il dirigente del settore, Paolo Bracciali che molto si è speso nonostante le carenze di personale".