Scuola, il Made in Italy non decolla. Niente corso al Colonna che fa il pieno di iscritti

I dati sulle domandeI dati sulle domande

Studenti
Studenti

Arezzo, 13 febbraio 2024 – Il termine ultimo per presentare domanda di iscrizione al prossimo anno scolastico è scaduto sabato scorso e adesso è il tempo dei numeri e dei conteggio.

La fotografia che emerge è comunque destinata a cambiare visto che, come spiega l’ufficio scolastico provinciale, mancano all’appello le domande cartacee e quelle tardive, le quali saranno conteggiate entro i prossimi giorni. Al momento tra le scuole superiori del capoluogo ad aver registrato un salto in avanti in termini percentuali c’è il Buonarroti Fossombroni con un bel 15,4%.

Un anno fa, per la precisione il 6 febbraio 2023 a ridosso del termine ultimo per la presentazione delle domande, gli iscritti erano 155 contro gli attuali 179. Allargando i confini un altro segno più è quello del Galilei di Poppi con 109 iscritti, 15,9% in più rispetto ad un anno fa.

Ecco quindi con il +15,5% il Giovagnoli di Sansepolcro, al centro di un processo di unione con il Città di Piero che di contro perde il 21,6% passando dai 180 iscritti di un anno fa ai 141 di oggi. Numeri che come detto potrebbero cambiare, seppur di poco nelle prossime due settimane.

Ad ogni modo la carrellata prosegue con il balzo in avanti del Vittoria Colonna che registra il 14,4% in avanti passando da 214 a 245 domande. Bene anche il Margaritone visto che i dati parlano di un +12,2% e anche qui come per il Galilei di Poppi l’opzione del «4+2», ovvero del percorso di studi che consente dopo quattro anni di poter conseguire il diploma ha sicuramente svolto un ruolo importante.

Cresce di un 10,5% il liceo Giovanni da San Giovanni (scuola ad oggi con più iscritti, 334), ma anche il Giovanni da Castiglione (+6%), e l’artistico che sale del 3%. Chi invece arretra è il Fanfani-Camaiti che ad oggi vanta 36 domande contro le 58 di un anno fa (-37%), così come le Capezzine che arretrano di un 15%.

Passo indietro anche dell’Isis Valdarno che registra 278 oggi contro le 322 di un anno fa, segno che il nodo aule dopo il crollo ha forse pesato nella scelta della scuola. E in tema di segni meno ecco quello del liceo Redi che vanta 277 domande di iscrizione contro le 311 di un anno fa che valgono un -10%. Sul fronte del liceo del Made in Italy ad Arezzo non verrà attivato.

Il liceo Colonna non ha ricevuto domande per questo corso, mentre resta aperta questa possibilità in Valdarno non appena il quadro degli iscritti sarà di fatto completo, con l'arrivo delle domande dei ritardatari.

I numeri Licei Giovanni da San Giovanni +10,5% 334 iscritti (302) Liceo artistico Piero della Francesca +3,4% 304 iscritti (294) I.I.S.S. Valdarno -13,6% 278 iscritti (322) Liceo Francesco Redi -10,9% 277 iscritti (311) I.T.I.S. Galilei -6,6% 265 iscritti (284) Liceo Vittoria Colonna +14,4% 245 iscritti (214) I.I.S.S. Benedetto Varchi -8% 227 iscritti (247) Buonarroti-Fossombroni +15,4% 179 iscritti (155) I.I.S. Liceo Città di Piero -21,6% 141 iscritti (180) Liceo Francesco Petrarca -4% 118 iscritti (123) I.I.S.S. Luca Signorelli -1,7% 111 iscritti (113) Margaritone-Vasari +12,2% 110 iscritti (98) Enrico Fermi 0% 110 iscritti (110) I.I.S.S. Galilei di Poppi +15,9% 109 iscritti (94) I.S.S. Angelo Vegni-Capezzine -15,1% 84 iscritti (99) Giovagnoli +15,5% 52 iscritti (45) I.I.S.S. Marcelli 0% 51 iscritti (51) Istituto omnicomprensivo Fanfani-Camaiti -27,9% 36 iscritti (58) *il dato tra parentesi è quello riferito al 6 febbraio 2023, giorno in cui si chiuse la possibilità di presentare domanda di iscrizione così da poter fare un raffronto anche in percentuale tra il termine ultimo del 2023 e quello del 2024 scaduto lo scorso 10 febbraio; all'appello mancano le ultime domande anche se, come spiega l'ufficio scolastico provinciale, i dati sono per lo più consolidati.