Riconoscimenti per gli studenti da cento e lode

Sabato al Centro di GeoTecnologie di San Giovanni si terrà la seconda edizione del premio «Nuccia Capitani», per omaggiare studenti che si sono diplomati con 100 e 100 e lode. 66 ragazzi riceveranno una litografia personalizzata e un ulteriore riconoscimento dedicato a Cristiano Marini.

Riconoscimenti per gli studenti da cento e lode

Riconoscimenti per gli studenti da cento e lode

Studenti premiati per i loro brillanti risultati scolastici. Sabato prossimo, al Centro di GeoTecnologie di San Giovanni, si terrà la seconda edizione del premio "Nuccia Capitani", nato lo scorso anno, per omaggiare e gratificare le studentesse e gli studenti che si sono diplomati nell’anno scolastico 2022-2023 con la votazione di 100 e 100 e lode. Coinvolti i ragazzi dell’Isis Valdarno, dei Licei Giovanni da San Giovanni di San Giovanni Valdarno e dell’ Istituto Benedetto Varchi di Montevarchi. Nuccia, moglie del grande artista Mauro Capitani per tanti anni ha vissuto a diretto contatto con gli studenti nel suo lavoro di segreteria scolastica "accompagnandoli con operosità nel loro percorso di studio e di crescita". Ci ha lasciato da due anni fa. Per questo la Fondazione Ets "Mauro e Nuccia Capitani" ha istituito il prestigioso riconoscimento. Ai 66 ragazzi sarà consegnata una litografia personalizzata realizzata dall’artista Mauro Capitani numerata e firmata, raffigurante la dea Atena, dea della ragione, delle arti, della letteratura. E’ stato invitato alla cerimonia anche il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. Quest’anno si aggiunge un ulteriore riconoscimento, dedicato a Cristiano Marini che andrà ad uno studente o una studentessa che sarà estratto a sorte fra quelli premiati. "Ha condiviso con me le esitazioni e le difficoltà della nascita della Fondazione, che lo ha visto vicepresidente, ma per casualità la sua esistenza non gli ha permesso neppure di vivere il nostro primo consiglio di amministrazione – ha ricordato Capitani - In questo premio dedicato agli studenti, tutti loro hanno guadagnato ampiamente il proprio merito e quindi ritengo che sia la circostanza fortuita ad assegnare loro questo premio, simbolo di libertà".