Quella voglia di pastorizia oltre i social

Nell’epoca dei social e del cellulare sempre a portata di mano c’è chi decide che nella vita vuole fare il pastore. E si tratta di una scelta presa da un numero sempre maggiori di giovani: dopo il successo della scuola per pastori del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, presto ci sarà un nuovo "anno scolastico". La pastorizia è l’unico strumento per contribuire a mantenere vivi e produttivi i territori marginali e per garantire una forma sostenibile e autonoma di lavoro e reddito. Ma in Italia non è ancora né sostenuta né valorizzata come si dovrebbe. Ecco perché il progetto che va avanti in Casentino è un’ottima notizia che non finisce mai di stupire.