Patrimonio culturale da valorizzare. Operatori turistici visitano la vallata

Gli incontri formativi faranno tappa in diversi comuni: il percorso inizia da Stia al Palagio Fiorentino

Patrimonio culturale da valorizzare. Operatori turistici visitano la vallata
Patrimonio culturale da valorizzare. Operatori turistici visitano la vallata

di Sara D’Alessandro

Conoscere, comunicare e valorizzare il patrimonio culturale del , fornendo agli operatori, che a vario titolo lavorano nel settore turistico del territorio, le conoscenze necessarie per coinvolgere il viaggiatore in visita, con notizie chiare ed interessanti, in un’esplorazione consapevole. Un’opportunità per arricchire le competenze degli operatori del settore che, attraverso una serie di incontri e visite guidate, avranno modo di acquisire una maggiore conoscenza del patrimonio turistico a disposizione. Gli incontri formativi che faranno tappa in diversi comuni della vallata, avranno inizio il 20 febbraio a Stia con la visita guidata al Centro Multimediale Dantesco, nella splendida cornice del Palagio Fiorentino, per poi proseguire al Museo dell’arte della lana.

Un percorso alla scoperta della vita di Dante, della sua epoca e dei legami che il Sommo Poeta ha avuto con il territorio casentinese, a cui seguirà una visita alla pinacoteca d’arte contemporanea, per una spiegazione sulla storia della seconda guerra mondiale. A conclusione di questo itinerario, tutti gli operatori si sposteranno al lanificio di Stia, dove si trova il museo dell’arte della lana, alla scoperta delle varie fasi di lavorazione del famoso panno . Centro di diffusione della cultura tessile della vallata casentinese, rappresenta un cammino nella storia dell’arte della lana, che si snoda dai primordi della civiltà umana, fino ad arrivare alla rivoluzione industriale e all’età dell’oro del lanificio.

Il 16 marzo sarà la volta dei comuni di Bibbiena e Castel Focognano dove i partecipanti saranno coinvolti in un viaggio nella storia a partire dagli Etruschi. Gli incontri proseguiranno il 23 marzo, nel comune di Chiusi della Verna, dove verrà affrontato il tema dell’intermediazione turistica e di come rapportarsi con le agenzie di viaggio, per concludersi a Talla nella giornata del 9 aprile, con un confronto riguardo le escursioni e i percorsi nella natura, per far conoscere una tipologia di vacanza diversa, immersi nei boschi del Pratomagno. Per partecipare alle giornate è possibile iscriversi inviando una email all’indirizzo: [email protected].