Negramaro, l’appello a Jovanotti: "Ora basta con la bicicletta"

Dal concerto del ventennale il messaggio di Sangiorgi al rapper cortonese. Avrebbe dovuto salire sul palco ma è ancora alle prese con la riabilitazione

Arezzo, 14 agosto 2023 – "È la storia di un’amicizia che si fa musica e di un amore totale. Ora è anche vostro". La frase rimbalza tra Instragram e il palco nella notte di Lecce, la notte dei Negramaro. Indimenticabile per chi c’era. Con un pensiero a chi non ha potuto esserci.

L’abbraccio dei Negramaro nel concerto del ventennale, è tutto per Jovanotti. "Fratello, rimettiti presto, ti aspettiamo". Poi una raccomandazione di Giuliano Sangiorgi all’artista cortonese dopo la brutta caduta dalla bicicletta sulle strade di Santo Domingo: "Ora basta con la bici". È un abbraccio che da Lecce arriva a Forlì e scalda il cuore, rinsalda un’amicizia nella vita e sul palco, dichiarata davanti a trentacinquemila fan in delirio. Lorenzo Cherubini era tra le star invitate al concerto dei Negramaro e agli artisti con cui hanno rinnovato il sodalizio condividendo musica e parole. Tre su tutti: Elisa, Malika Aiane ed Ermal Meta. Un concerto destinato a lasciare il segno nella storia della band salentina per l’intensità dei brani che hanno scandito le tappe di un’escalation artistica che non si arresta, ma pure per il "taglio" voluto da Sangiorgi: il concerto doveva essere ed è stato una "festa condivisa con i nostri amici", ha spiegato l’artista soffermandosi sul senso dell’evento. Per Jova, ancora impegnato a Forlì nella riabilitazione dopo l’operazione al femore fratturato in tre punti in seguito alla brutta caduta, i Negroamaro hanno mostrato lo stesso affetto degli artisti ospiti dell’evento organizzato nell’area dell’aeroporto di Lecce.

L’amicizia è il file rouge della performance dei Negramaro e il concetto torna tra le note e il testo della canzone "Diamanti" scritta da Giuliano Sangiorgi insieme a Elisa e Jovanotti. Racconta in musica e parole l’intensità di un legame che supera il tempo. La storia di un sentimento autentico che diventa musica, spiega il leader dei Negramaro. Il messaggio e l’augurio a Jovanotti è stato uno dei momenti più toccanti del concerto.

Pochi giorni fa l’artista cortonese ha ricevuto la visita di un altro aretino celebre, un campione molto amato: Daniele Bennati, ct della nazionale di ciclismo.

A Jovanotti ha donato la tuta di Ganna per incoraggiarlo alla ripresa, ma forse la raccomandazione di Sangiorgi "ora basta con la bici", è la cura dell’amico che lo aspetta sul palco.