Mondiali di pesca ricordano Lusini. Quattro giorni di gare sul Solano: attese oltre mille presenze

L’evento è dedicato al giovane folgorato mentre praticava questo sport. Tutti i numeri della manifestazione

Mondiali di pesca ricordano Lusini. Quattro giorni di gare sul Solano: attese oltre mille presenze

Mondiali di pesca ricordano Lusini. Quattro giorni di gare sul Solano: attese oltre mille presenze

di Sara D’Alessandro

Il turismo riparte dalla pesca. Da oggi fino a domenica il Casentino diventa per quattro giorni la capitale mondiale della pesca sportiva alla trota, organizzato dall’Asd Pescatori Casentinesi, che avrà come teatro il torrente Solano nel comune . L’evento, dedicato a Gabriele Lusini – il giovane rimasto folgorato mentre pescava – vedrà confrontarsi i campioni più forti, richiamando un numero eccezionale di appassionati, contribuendo in tal modo a diventare volano per l’economia della vallata. Alla gara si annunciano 12 rappresentative provenienti oltre che dall’Italia, da Croazia, Francia, Svizzera e Bulgaria, con la partecipazione di più di un centinaio di agonisti e la presenza di circa 600-700 persone al giorno, che raggiungeranno quota mille nel weekend. Un importante biglietto da visita per la vallata casentinese come testimoniano le prenotazioni nelle strutture ricettive della zona, che registrano il tutto esaurito che ospiteranno non solo gli agonisti e i loro team, ma anche gli amanti di questo sport, che sta diventando un hobby sempre più diffuso.

"Siamo davvero onorati di questa opportunità e ci stiamo adoperando per utilizzarla nel modo migliore anche a vantaggio del nostro territorio – spiega Nicola Venturini, presidente dell’Asd pescatori Casentinesi – L’evento, sarà quindi una grande occasione di sport, ma anche di valorizzazione di questa terra. Un appuntamento importante a cui abbiamo lavorato tanto negli scorsi mesi, che si svolgerà in un ambiente incontaminato, un contesto unico con degli angoli suggestivi e spettacolari. Il fatto che in un periodo di bassa stagione come questo, centinaia di turisti vengano in Casentino è per noi motivo di soddisfazione –prosegue – Nel campo gara si praticherà pesca no kill, quindi il pesce catturato sarà rilasciato. Questo contribuirà a rendere particolarmente attrattivo questo tratto che, dopo avere ospitato gare regionali e nazionali, quest’anno fa il salto di qualità e viene individuato per ospitare la competizione mondiale. Una scelta che riconosce l’impegno della nostra associazione e una gestione oculata del fiume anche in collaborazione con il Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno che garantisce un’attenta manutenzione del corso d’acqua".