Cibo, paesaggio e relax. Marky Ramone diventa castiglionese: "Sarò al Palio di giugno"

L’icona del punk rock ha comprato un appartamento in centro. Adesso è in ristrutturazione e lui torna negli Stati Uniti. Sarà di nuovo in paese giusto in tempo per la sfida cavalleresca

Marky Ramone con il sindaco Agnelli

Marky Ramone con il sindaco Agnelli

Castiglion Fiorentino, 28 novembre 2023 – “Mi piace il cibo, il paesaggio e le persone: questo per me è un angolo di paradiso". A raccontarcelo è Marky Ramone, l’icona del punk rock, simbolo dei Ramones, ormai - diciamocelo - un castiglionese a tutti gli effetti. E’ vero, non ha ancora scelto quale sarà il suo rione ma al palio 2024 - ce lo ha promesso - ci sarà e in quella terza domenica di giugno dovrà scegliere quale dei tre vessilli legare al collo. Intanto nel centro storico ha messo una bandierina, comprando un appartamento proprio nelle settimane scorse. I lavori nella sua nuova casa vanno avanti spediti, anche se Marky tornerà nella sua Brooklyn, a New York, mercoledì ma ha già in agenda di tornare nel borgo della Valdichiana in primavera, tra marzo e aprile. "Sono abituato alla frenesia e alla confusione della città, qui invece posso vivere una vita in pieno relax: ecco perché ho deciso di comprare un appartamento qua".

Progetti qui? Ce ne sono eccome: "Adesso sto scrivendo cinque canzoni per un nuovo album, abbiamo già una tournée, tra Cuba, California, Venezuela, in programma ma se ci fosse la possibilità di piacerebbe fare un concerto qua a Castiglioni". Musica dal cielo, si chiamava così quella sua prima performance sulla torre del Cassero insieme a Dj Ringo qualche anno fa, giorno da cui i castiglionesi (e non) aspettano ancora il bis che adesso non è più un miraggio visto la concittadinanza con il batterista americano. Musica ma non solo musica, "mi piace dipingere e disegnare: mi piace l’arte a tutto tondo, sarebbe anche bello fare un progetto anche con i ragazzi, magari con le scuole" ci racconta Marky.

E poi c’è il grande amore per il caffè, quello italiano, tutt’altro rispetto quello che si trova dall’altra parte dell’atlantico, "la mia routine qui a Castiglion Fiorentino è una routine molto tranquilla ma appena mi sveglio mi prendo un buon caffè, che apprezzo molto - ci racconta il batterista - poi esco e faccio una passeggiata, incontro i miei amici, i castiglionesi con cui sto già leggendo molto e poi suono anche un po’ la mia batteria". Chissà quanti castiglionesi sperano di passeggiare per il paese e sentire "blitzkrieg bop" uscire fuori dalla finestra di un appartamento. "Ho conosciuto un batterista ma adesso ho un amico", ci dice il sindaco Agnelli. "Non potevo davvero immaginare di avere un concittadino come Marky - ci racconta il primo cittadino - ma appena abbiamo saputo che era nella sua volontà quella di comprare una casa, allora lo abbiamo aiutato".

Un’anima rock in città che però non ha "convertito" al punk il sindaco Agnelli anche se si è presentato all’incontro con la stampa con una maglietta dei Ramones che ha sfoggiato proprio davanti al nuovo amico. E a proposito di magliette non poteva mancare quel souvenir da Palazzo San Michele con il sindaco che ha donato a Marky la maglietta con disegnato Supermario.