Laura Acciai e i suoi 37 anni di attività tra tricologia e dermatologia estetica

Il sindaco: “Sempre un bel momento quando possiamo dare un riconoscimento, con un gesto simbolico, alle piccole aziende del territorio”

Laura Rossi targa

Laura Rossi targa

Arezzo, 13 dicembre 2023 – Un’altra attività storica del nostro territorio, un’altra storia di donna imprenditrice che si è costruita un lavoro con impegno e tanta passione.

Si tratta di Laura Acciai che 37 anni fa inizia a lavorare come parrucchiera ma che, nel tempo, per diversificarsi, si è impegnata in studi paralleli tra tricologia e dermatologia estetica.

Da 25 anni Laura è un’imprenditrice che si prende sulle sue spalle oneri e onori di un percorso di grande responsabilità. Il Sindaco Filippo Vagnoli, insieme come di consueto all’Assessore alle Attività Produttive Daniele Bronchi commenta: “Sempre un bel momento quando possiamo dare un riconoscimento, con un gesto simbolico, alle piccole aziende del territorio.

In questo caso si tratta di una donna che, in questi 35 anni, si è costruita da sola una professionalità e un lavoro grazie a tanta passione ma anche al coraggio di provarci. Ringrazio Laura per l’accoglienza e la voglia di raccontarsi”.

Laura ha una storia molto interessante che inizia da ragazzina quando ha iniziato come barbiera per poi continuare imparando il mestiere della parrucchiera tra scuole e grandi parrucchieri partendo proprio da Firenze.

Non si è mai fermata neppure con lo studio, arrivando a fare un master in dermatologia estetica e in tricologia. Laura dice: “Ho fatto la mia fortuna divertendomi, perché questo lavoro è stato sacrificio ma soprattutto passione pura”.

A 53 anni con un negozio proprio a Bibbiena Stazione – Evergreen è il nome del salone – sta pensando al futuro e lo fa guardando ai giovani e commenta: “Mi piacerebbe tanto poter trovare una ragazza o un ragazzo giovani ai quali poter lasciare questo progetto iniziato tanto tempo fa.

Lo farei nuovamente mettendomi al loro servizio per insegnare un mestiere e per lasciare in eredità un percorso che ho curato con tanto amore in 37 anni di professione”.