Ragazzine travolte davanti a scuola, l’investitrice sotto choc

Dodici anni, uscivano nel primo pomeriggio dai corsi di recupero. Il volo della speranza al Meyer, non sarebbero in pericolo di vita

L'elisoccorso

L'elisoccorso

Marciano della Chiana (Arezzo), 23 marzo 2024 – Paura a Marciano per quella che poteva essere una tragedia. Due ragazzine sono state investite sulle strisce pedonali da un’auto lungo la provinciale 25 nel tratto di strada comunale che prende il nome di via di Castiglioni e collega Cesa a Lucignano. Entrambe le studentesse, che frequentano la seconda media, hanno riportato svariati traumi e per loro è stato necessario l’intervento del Pegaso che ha trasportato le due amiche al Meyer di Firenze in codice rosso. Si tratta di due dodicenni di origini marocchine, da anni residenti nel comune della Valdichiana.

Secondo le prime ricostruzioni, le due ragazzine erano appena uscite dalla scuola dopo aver terminato il corso di recupero nella stessa scuola dove al mattino seguono le lezioni. Un edificio poco distante dalla strada, un percorso che le due studentesse, come pure i loro compagni, conoscono bene e attraversano ogni giorno. Erano le quattro del pomeriggio quando sono uscite da scuola, lo stesso percorso di sempre verso le rispettive abitazioni. Hanno percorso pochi metri lungo via di Castiglioni: qui le due ragazze stavano attraversando sulle strisce pedonali, quando sono state investite da un’auto.

Al volante una donna di 60 anni residente in Valdichiana che si stava muovendo in direzione Lucignano, proveniente da Cesa. E’ stata lei ad allertare i soccorsi. Nel giro di pochi minuti i mezzi dell’emergenza urgenza della Asl si sono concentrati sul posto: sono arrivate due ambulanze, quella Avis di Foiano e quella infermierizzata della Misericordia di Monte San Savino ma vista la situazione è stato necessario allertare anche l’elisoccorso della Regione, il Pegaso che ha trasportato le due ragazze al Meyer di Firenze. Rosso, il codice di accesso. Entrambe hanno riportato vari traumi e per questo sono ancora ricoverate all’ospedale pediatrico: non sono in pericolo di vita, le loro condizioni sono stabili e stanno proseguendo l’iter diagnostico e terapeutico. Sembrerebbe che sia una delle due ad aver riportato le maggiori ferite. Si tratterebbe della ragazzina sarebbe rimasta intrappolata sotto la macchina all’altezza del cofano mentre l’altra sarebbe stata sbalzata sul lato destro della strada.

La dinamica dell’incidente non è ancora chiara nei contorni: a ricostruirla spetterà alla polizia municipale di Marciano e ai carabinieri della stazione di Lucignano che ieri hanno portato avanti i rilievi e regolato il traffico in quella che è una delle principali arterie di tutta la Valdichiana che mette in collegamento Marciano con i comuni del vicinato.

Negli anni passati erano stati installati dei rallentatori e proprio ieri l’amministrazione comunale di Marciano aveva annunciato che una delle nuove sei colonnine arancioni (i T-box) per il rilevamento del traffico sarebbe stata posizionata lungo quell’arteria, nota per la velocità elevata a cui si muovono gli utenti della strada. Sulla pericolosità della provinciale 25, già nel 2020 era stata presentata anche un’interrogazione alla Provincia dal consigliere comunale di opposizione Nicola Gentile, ieri presente sul luogo del sinistro.