Giochi di bandiere sotto le stelle. La regina è Martina Colombari

Martina Colombari sarà la madrina della tredicesima edizione di Bandiere sotto le stelle a Bibbiena, con la partecipazione di gruppi internazionali di sbandieratori. La manifestazione celebra le tradizioni toscane e attira turisti da tutto il mondo.

Giochi di bandiere sotto le stelle. La regina è Martina Colombari

Giochi di bandiere sotto le stelle. La regina è Martina Colombari

Sarà l’attrice Martina Colombari la madrina della tredicesima edizione di Bandiere sotto le stelle, la kermesse che si terrà il 20 luglio alle ore 21 in piazza Tarlati. Accanto agli Sbandieratori e ai Musici di Bibbiena, ci saranno due tra i migliori gruppi a livello internazionale ovvero i Terzieri di Porta Fiorentina di Castiglion Fiorentino e gli Sbandieratori di Cori in provincia di Latina. Quest’ultimi gli unici, a livello mondiale, a utilizzare bandiere che hanno un baricentro 20 anziché di 67. Bandiere sotto le stelle partirà con la parata di tutti gli alfieri che sfileranno tra i borghi del centro storico fino ad arrivare in piazza Tarlati, dove alle 21.30 inizieranno le esibizioni. A presentare questa edizione accanto al direttore artistico degli Sbandieratori Gian Piero Polverini, ci sarà l’ex Miss Italia, modella e attrice Martina Colombari, che arriverà nel pomeriggio a Bibbiena per fare alcune prove del "maneggiar l’insegna". In piazza Tarlati infatti si esibirà anche lei con la bandiera accanto al patron del gruppo. "Queste tradizioni rappresentano la nostra più bella identità - ha detto durante la presentazione di ieri in Provincia il presidente Alessandro Polcri - In Toscana le manifestazioni di questo tipo stanno prendendo molto campo, complice anche un turismo culturale ed esperienziale in aumento. Gli ultimi dati sul turismo mettono in evidenza che inglesi e americani scelgono la nostra regione anche proprio per assistere a queste rievocazioni". "L’Associazione di Sbandieratori e Musici ha portato e porta Bibbiena nel mondo, grazie a un entusiasmo e a una passione che non hanno eguali - hanno sottolineato il sindaco Filippo Vagnoli e l’assessore Francesca Nassini - L’aver saputo mantenere questa tensione all’innovazione e insieme alla tutela della storicità, è stato il motivo del successo di questi 43 anni di vita".

Sonia Fardelli