LUCA AMODIO
Cronaca

Giardini del Castellare. Lavori sulla storica area con un chiosco e i bagni

L’area più amata dai cittadini sarà sottoposta a un intervento da 190 mila euro. Il parco vicino al centro diventerà uno spazio vitale con percorsi pedonali.

Adesso è ufficiale. Si torna in pista. No, non è uno slogan ma un vero e proprio programma di lavori pubblici che andrà a rinnovare, da cima a fondo, una di quelle aree verdi più storiche, più amate di Foiano della Chiana, i giardini pubblici del Castellare.

Proprio nel cuore della pista del parco ieri la giunta comunale nella sua formazione al completo ha presentato il progetto esecutivo del recupero del parco "La Pista". Si tratta di un intervento di oltre 190mila euro, finanziato con 70mila euro grazie al bando "spazi attivi" della fondazione Cr di Firenze, che comsenirà di cambiare volto a questo polmone della città del Carnevale dal sapore un po’ amarcord. Il progetto prevede la costruzione di un chiostro bar con nuovi servizi igienici pubblici accessibili, l’installazione di un parco e il rifacimento ed ampliamento della pista. Insomma: tutto il necessario per riportare in auge quel luogo simbolo di Foiano.

E non finisce qui perché il cantiere porterà anche alla messa a terra di nuovi percorsi pedonali sicuri ed accessibili per raggiungere il parco, viverlo al meglio anche da parte delle persone diversamente abili o con difficoltà motorie.

Nelle prossime settimane gli uffici metteranno in atto le procedure per l’affidamento dei lavori, che prenderanno il via all’inizio dell’anno nuovo per concludersi nella tarda primavera così da garantire la completa riapertura del parco verde La Pista per l’estate 2024

"Questo intervento ci rende particolarmente felici - spiega il sindaco di Foiano della Chiana Francesco Sonnati - andremo a dare nuova vita ad uno dei luoghi più amati dai foianesi, dove generazioni di ragazzi sono cresciuti, hanno giocato e trascorso giornate indimenticabili.

Ad un passo dal centro storico questo parco diventerà uno spazio vitale. Il progetto è stato considerato un modello di sostenibilità e inclusività e la Fondazione Cr lo ha certificato riconoscendo il secondo maggiore finanziamento del 2023 in tutta la Toscana".

"Questo spazio - dice Jacopo Franci assessore alla Cultura - ha delle potenzialità enormi e siamo pronti a cogliere tutte. Avremo nuovi spazi per spettacoli, cinema, eventi, attività sociali e culturali; la nostra città con questo progetto fa un vero salto in avanti". "Sarà un luogo per l’incontro delle persone, dove la socialità si sposerà con il verde ed il divertimento - conclude Gabriele Corei assessore ai lavori pubblici - riserveremo grande attenzione ai materiali da utilizzare che saranno sostenibili ed ecologici, le nuove strutture si dovranno integrare con l’ambiente ed il contesto circostante anche a livello estetico".