Errori in sala parto, dimezzati in cinque anni

Il centro Italia passa da area più critica ad area più virtuosa: oggi la presentazione dei dati

Migration

Il Governatore Eugenio Giani

Continuano a diminuire gli errori in sala parto negli ospedali italiani: nel 2021 le denunce di sinistri sono stati quasi la metà rispetto al 2016. Mentre il Centro Italia passa da area più critica a più virtuosa con il minor numero di casi denunciati. È quanto emerge dai risultati del quinto Osservatorio Baby Case, che saranno presentati oggi al Forum Risk Management di Arezzo da AmTrust, compagnia di assicurazioni per la responsabilità sanitaria che in Italia copre oltre il 40% delle strutture. L’analisi è stata condotta su 1.295 casi denunciati tra il 2010 e il 2021, accaduti all’interno di 175 ospedali assicurati da AmTrust. Le strutture hanno riscontrato nel 2021 una diminuzione delle denunce, confermando il trend degli ultimi 5 anni. Gli errori in sala parto rappresentano l’1,67% del totale degli errori sanitari denunciati, pari a 0,65 casi ogni 1000 nascite, un valore dimezzato rispetto al 2016, anno di picco.

Contrariamente rispetto agli anni passati, le strutture del Centro sono risultate nel 2021 le meno coinvolte, con circa 0,53 denunce per ospedale: un dato in miglioramento, considerando che 6 anni fa si partiva dai 2,44 casi di media a ospedale.

"Tecnologie e politiche di Risk management - dice Emanuele Patrini di AmTrust - hanno incrementato la sicurezza".