MARCO CORSI
Cronaca

Elezioni, intesa Azione e Italia Viva . In corsa con un candidato anti-Vadi

Cresce l’unione tra Liste civiche e centrodestra, il sindaco uscente sostenuta dalla sinistra. Incognita M5S .

Elezioni, intesa Azione e Italia Viva . In corsa con un candidato anti-Vadi

Elezioni, intesa Azione e Italia Viva . In corsa con un candidato anti-Vadi

Inizia a delinearsi parte dello schieramento che si confronterà, alle prossime elezioni amministrative di San Giovanni, con il sindaco uscente Valentina Vadi. Nelle ultime ore è stata infatti annunciata una intesa tra i partiti dell’ex terzo polo e le liste civiche sangiovannesi.

Due comunicati partiti dalle segreterie di Azione e di Italia Viva hanno illustrato le motivazione di quella che è stata definita una convergenza politica e programmatica con il movimento guidato da Claudio Lalli, che si svilupperà attraverso la costituzione di una lista civica denominata "Alleanza Liberal Democratici e Riformisti" che non conterrà i simboli dei due partiti guidati da Renzi e Calenda.

Come è stato spiegato, la connotazione liberale, riformista e democratica di questo schieramento ha l’obiettivo di rappresentare il mondo moderato che non si riconosce nei populismi della politica attuale.

"San Giovanni ha la necessità di voltare pagina, sta a noi offrire una credibile alternativa ai tanti, troppi anni di amministrazioni gestite dalla stessa parte politica - hanno detto i promotori della nuova lista civica - Abbiamo già espresso il nostro parere sul Pd sangiovannese: un partito oramai semplice gestore di potere, autoreferenziale, che ha marginalizzato lo spirito riformista, incapace di elaborare proposte politiche e programmatiche atte a dare risposte concrete alle nuove e vecchie problematiche della nostra città"La lista. Alle liste civiche sangiovannesi è stato chiesto di mantenere e rafforzare il loro profilo civico, trasversale, libero e indipendente dai partiti politici. "Abbiamo quindi dato la nostra disponibilità a far parte di questa alleanza".

Sia Italia Viva che Azione hanno annunciato che rinunceranno ai loro simboli ed è stata inoltre condivisa la necessità di esprimere un candidato a sindaco di alto profilo, che rappresenti una novità assoluta nello scenario sangiovannese.

"Ci presenteremo alla prossima scadenza elettorale - hanno concluso - con spirito riformista, costruttivo e innovativo, elaborando proposte politiche e programmatiche coerenti e percorribili per il rilancio di San Giovanni". In dirittura d’arrivo anche l’intesa tra le liste civiche sangiovannesi e il centro destra, per la cui definizione mancano ancora alcuni aspetti di natura programmatica.

Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega e Noi Moderati, se l’accordo, come sembra, andrà in porto, appoggeranno il candidato dello schieramento avverso all’alleanza civica, democratica e progressista. Insomma, si prospetta uno scontro politico di non poco conto nella città di Masaccio, con il terzo incomodo rappresentato dal movimento 5 Stelle che dovrebbe presentarsi per conto proprio con possibile candidato Tommaso Pierazzi.