Confartigianato, la missione per i giovani. Papini: "Incrementare il dialogo con le scuole"

Confartigianato Imprese Arezzo lancia un appello per orientare i giovani verso scelte dal sicuro sbocco lavorativo. Per farlo, l'organizzazione intende incrementare il dialogo con le scuole, aprire una via diretta di dialogo con i giovani e sostenere un confronto tra loro e il mondo dell'impresa.

Confartigianato, la missione per i giovani. Papini: "Incrementare il dialogo con le scuole"
Confartigianato, la missione per i giovani. Papini: "Incrementare il dialogo con le scuole"

AREZZO

Un patto con giovani, scuole e istituzioni per aprire le porte del mondo del lavoro. Alessandra Papini (nella foto), segretario di Confartigianato Imprese Arezzo, lancia un appello per orientare gli studenti verso scelte dal sicuro sbocco lavorativo. "Da anni ormai la nostra missione a favore dei giovani è qualcosa di molto concreto che va aldilà degli slogan e degli annunci che spesso fanno parte di un registro che non ci appartiene. Noi siamo rappresentanti di un’area produttiva fondamentale per il paese e che aveva visto negli ultimi decenni, il ricambio generazionale come qualcosa di automatico", commenta Papini. "La lunga vita delle attività artigiane era proprio garantita in un ricambio continuo e virtuoso che oggi ha portato piccole realtà ad essere delle solide attività imprenditoriali", spiega Papini. "Oggi invece ci troviamo a dover commentare dei dati spesso allarmanti come quelli sulla dispersione scolastica", aggiunge Papini.

"L’anno che ci siamo lasciati alle spalle, è stato un periodo di importanti successi scaturiti da una nostra sempre più forte collaborazione con il mondo della scuola. Possiamo dire che tutto questo sia sufficiente? Ovviamente no, perché quando vediamo ridursi in maniera drastica le iscrizioni ad alcuni istituti professionali della nostra provincia, siamo costretti ad ammettere che qualcosa non ha funzionato", sottolinea Papini. "Ci troviamo a dover giornalmente affrontare il grande disagio delle piccole e medie imprese a non riuscire a reperire personale qualificato. Il nostro obiettivo per quest’anno sarà quello di incrementare il dialogo con le scuole, aprire una via diretta di dialogo con i giovani, sostenere un confronto tra loro e il mondo dell’impresa".