Como, la vetta è più vicina. Nel finale il Modena cede 2-1

Ci pensa ancora Gabrielloni: terzo posto a tre punti dalla capolista Parma

Como, la vetta è più vicina. Nel finale il Modena cede 2-1

Como, la vetta è più vicina. Nel finale il Modena cede 2-1

La risolve ancora Gabrielloni nel finale e il Como ora è terzo a soli tre punti dalla vetta. La partita si apre al 3’ con un tiro di Manconi, bloccato a terra da Semper. Visto che la partita è bloccata, Verdi prende palla a centrocampo punta la porta, disegna serpentine e salta avversari, ma viene atterrato da Gagno, prima del tiro, è rigore. Lo stesso Verdi trasforma di potenza, dal dischetto al 42’. Sempre Verdi al 44’ ci prova con una punizione dalla distanza, ma Gagno sempre attento blocca in presa alta. Al 3’ della ripresa grande azione di Chajia, che serve Da Cunha il suo tiro è alto di poco.

Il Modena risponde con Tremolada con un tiro all’incrocio, ma Semper in tuffo sventa la minaccia. Canarini pericolosi ancora da fuori con un tiro di Bozhanaj al 10’, che costringe Semper a una gran parata sopra la traversa. Il Modena pareggia all’11’, cross di Cotali da sinistra, mischia in area e palla che finisce a Zaro davanti a Semper che insacca.Al 32’ Strizzolo scappa in contropiede, inseguito da Odenthal, che atterra l’attaccante da ultimo uomo, Camplone prima espelle Odenthal, poi consulta il Var e cancella il cartellino rosso, Odenthal riprende a giocare. Gabrielloni porta in vantaggio il Como, l’azione in area del Modena è molto confusa, Abildgaard di testa mette in mezzo, Barba sempre di testa colpisce a rete, Gagno respinge corto su Odenthal, ma rimbalza con il corpo il pallone, arriva in corsa Gabrielloni che di potenza mette dentro per il definitivo 2-1.