Bright-Night 2023. In 2.000 per gli eventi a San Giovanni

Grande successo per la Notte della Ricercatrici e dei Ricercatori. Il Centro di Geotecnologie in prima linea.

Il Bright Night

Il Bright Night

Arezzo, 03 ottobre 2023 – Ha riscosso un grande successo l’evento “Artefici del domani: convivenza sostenibile tra Uomo, Territorio e Tecnologie” organizzato dal Centro di GeoTecnologie. L'iniziativa si è tenuta venerdì scorso a San Giovanni nell’ambito di Bright-Night 2023, la Notte delle Ricercatrici e dei Ricercatori in collaborazione con il Comune e e ha visto la partecipazione di più di duemila persone. Importante la presenza attiva dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, del Museo Nazionale dell’Antartide sede di Siena e del Corso di laurea in Lingue per la comunicazione interculturale e d’impresa. Presenti anche membri del progetto Erasmus+ CIRCE, gli studenti e gli insegnanti degli istituti del Valdarno: Licei Giovanni da San Giovanni, ISIS Valdarno, IIS B. Varchi, IC Marconi.

I numeri dell'evento sono stati significativi: 33 sono state le attività organizzate grazie all’impegno di circa 130 persone, a cui hanno partecipato 73 classi degli istituti scolastici del Valdarno, per un totale di quasi duemila studenti dagli 8 ai 18 anni, e numerosi altri interessati di ogni età che hanno visitato gli stand, richiesto informazioni e partecipato alle dimostrazioni. "Siamo entusiasti della grande partecipazione e dell'interesse mostrato per il Bright-Night 2023 - ha detto il professor Riccardo Salvini, presidente del Centro di GeoTecnologie, - Questo evento ha permesso di promuovere la scienza e la tecnologia come chiave per la convivenza sostenibile tra Uomo e Territorio e, al contempo, di consolidare la presenza attiva del nostro Centro sul territorio del Valdarno Superiore. Bright-Night ha dimostrato ancora una volta il ruolo centrale del Centro di GeoTecnologie nell'innovazione e nella diffusione delle conoscenze nel settore delle tecnologie applicate al territorio, promuovendo la collaborazione e l'interazione tra accademici, istituzioni, studenti e comunità. Il successo dell'evento sottolinea l'importanza dell'impegno dell’Ateneo senese nel promuovere una visione sostenibile e innovativa dell'interazione tra uomo, tecnologia e ambiente". Insomma, una manifestazione che ha raccolto un grande successo e che rafforza il ruolo del Centro di Geotecnologie di San Giovanni, vero fiore all’occhiello. Legato all’Università di Siena, rappresenta un punto di riferimento per alcuni indirizzi.