MAURIZIO COSTANZO
Cronaca

Arezzo, i tifosi del Gruppo Fossa donano 1500 euro alla pediatria del San Donato

Il dottor Marco Martini: "Felici di questa attenzione che è un riconoscimento del nostro lavoro"

La donazione

La donazione

Arezzo, 3 luglio 2024 - “La vostra passione il nostro futuro”. È questo lo slogan inciso sulla targa ricordo che ha accompagnato la donazione in denaro che il Gruppo Fossa Arezzo 1991 ha consegnato stamani, 3 luglio, al reparto di Pediatria dell’ospedale San Donato. In tutto 1500 euro che il gruppo di tifosi hanno consegnato nella mani del dottor Marco Martini, direttore Uoc Pediatria dell’ospedale aretino. Denaro frutto dell’incasso della serata musicale seguita al torneo di calciotto che, per ricordare il tifoso amaranto Francesco Paolucci, dal 2004 si disputa ogni anno nel campo del parco di via Arno, intitolato proprio a Francesco. Una grande festa amaranto, un memorial ricco di sentimenti che è servito a celebrare il passato e caricarsi in vista del futuro. Il torneo del Pao edizione 2024 ha chiuso un cerchio dal punto di vista organizzativo, proprio nell’anno in cui ricorre il ventennale della scomparsa di Francesco Paolucci, tifoso dell’Arezzo scomparso il 26 febbraio 2004 e che nel 1991 aveva fondato il gruppo Due Giugno Drunk. A lui è intitolato il campino di via Arno dove si è svolto il torneo che ha messo di fronte sei squadre divise in due gironi all’italiana.

"Francesco giocava lì e lì è nata la voglia della curva – spiega Enrico Pallini del Gruppo Fossa Arezzo 1991 -. Il nostro gruppo gestisce la manutenzione annuale del campo in modo del tutto volontario. Il torneo si è trasformato negli anni e ha visto scendere in campo tutti i gruppi della Curva Sud Lauro Minghelli. In questa edizione si sono sfidati la Fossa Arezzo 1991, Ultras Arezzo, il gruppo 10 settembre, il gruppo Arezzo Ovunque, Ultras Alberoro e Orgoglio Amaranto". Dopo il torneo la serata è proseguita al Teatro Tenda, dove dopo il dibattito, si è tenuta la cena con più 200 persone seguita da un evento musicale dove si sono raccolti i soldi che sono stati donati alla Pediatria. "È una donazione graditissima per il nostro Reparto e un segno di attenzione verso i nostri bambini – dichiara il dottor Marco Martini -. Il nostro reparto conta ogni anno afflussi importanti: nel 2023 il pronto soccorso pediatrico ha gestito circa 12mila accessi. Questa donazione per noi è molto importante e questi sono momenti che fanno molto piacere perché sono il riconoscimento di quello che facciamo e del nostro lavoro che è frutto di un gruppo affiatato".