Arezzo Fiere, nodo parcheggi. Il cuore degli Expo è strozzato. Vannetti: "Soluzione in vista"

Chiuso con numeri forti il bilancio annuale del centro espositivo: via al piano di sviluppo. Entro marzo usciranno le date di concerti e spettacoli, apertura anche agli eventi sportivi.

di Gaia Papi

AREZZO

Forte di un 2023 più che positivo, Arezzo Fiere e Congressi guarda al 2024 con due importanti obiettivi: l’apertura a grandi eventi sportivi e di spettacolo e parcheggi adeguati. Uscito dalla riunione dell’ultimo Consiglio di amministrazione dell’anno, è soddisfatto Ferrer Vannetti: "Il bilancio 2023 si chiude positivamente, sia dal punto di vista della gestione del gran numero di eventi che si sono tenuti nel nostro centro fieristico, sia da quello della gestione economica dell’Ente".

Di fatto, "il processo di rilancio di Arezzo Fiere e Congressi - spiega il presidente - è al centro del nostro agire, ed è stato ovviamente oggetto dell’ultimo cda. Abbiamo ovviamente anche approvato il piano delle manifestazioni fieristiche che affronteremo nel 2024: ne sono già state programmate una ventina, ma ce sono altre in via di concretizzazione". Poi Vannetti entra sul terreno delle politiche di riassetto: "Dal punto di vista della gestione degli immobili - ha spiegato - stiamo lavorando per arrivare rapidamente alle autorizzazioni per la riapertura degli spazi della Fiera a grande eventi sportivi e di spettacolo pubblico, per portare il complesso fieristico a diventare, in pieno, un polo di attrazione sul territorio, ritrovando una funzione centrale anche per la nostra città. Per marzo dovremo avere notizie positive in proposito. E stiamo lavorando altrettanto fortemente anche per allargare l’area di parcheggi e per poter quindi rappresentare sempre più, come Ente Fiera, un elemento di crescita economica di Arezzo e del suo territorio acquisendo definitivamente una dimensione di prestigio nazionale e internazionale". Se si parla di prestigio, non si può non citare OroArezzo International Jewelry Exibithion, in programma dal 11 al 14 maggio. Le eccellenze produttive di tutti i distretti orafi specializzati nella lavorazione di metalli ed elementi preziosi si ritrovano ad Arezzo Fiere nella manifestazione organizzata da Ieg. In scena la migliore manifattura orafa made in Italy e internazionale.

E ancora: 25- 27 ottobre, Agrietour, salone nazionale dedicata alle strutture ricettive di campagna, turismo rurale e agricoltura. E, dal 26 al 29 novembre, il Congresso Forum risk management in sanità, l’evento di riferimento per i diversi attori del sistema salute. Un balzo a gennaio, il 13 e 14, torna l’appuntamento con Arezzo Classic Motors. Nei diversi padiglioni e nelle aree esterne si potranno ammirare ma anche scambiare-acquistare auto e moto storiche, ricambi e accessori. Spazio anche all’editoria specializzata, all’automobilia e al modellismo.

Appena quattro giorni dopo, Arezzo fiere ospita la selezione dei candidati al bando per l’individuazione di "un posto di dirigente delle professioni sanitarie".

Poi dal 6 all’8 febbraio, il Palaffari si trasforma nel Salone dello Studente: l’evento dedicato agli studenti per conoscere tutti i percorsi post-diploma esistenti e quelli che stanno per essere attivati. Torna, il 24 e 25 febbraio, Esotika Pet Show: il salone nazionale degli animali esotici e da compagnia con un ricco programma di eventi.

In primavera, il 9 e 10 marzo un altro appuntamento tanto atteso: quello con il grande Mercato Delle Pulci. Prevista la partecipazione di oltre 600 espositori. E poi, il 16 e 17 marzo: Passioni in Fiera Primavera.